Top & Flop di Bisceglie-Potenza

15.09.2019 19:58 di Dario Lo Cascio Twitter:    Vedi letture
Top & Flop di Bisceglie-Potenza

Secco 0-3 a domicilio del Potenza a Bisceglie, con i lucani ora al secondo posto con Catania, Avellino e Ternana e ad un punto dalla capolista Catanzaro. 

Inizia forte la squadra rossoblu, con Panico e Dettori che ci provano da fuori: il primo manda fuori di poco, il secondo impegna Casadei che deve rifugiarsi in corner. Nella fase centrale di frazione accade poco, se non il cambio del Bisceglie che vede Ungaro subentrare a Wilmots, forse per scelta tecnico-tattica. La gara si riaccende a ridosso dell'intervallo. Al 38' Coccia mette in mezzo dal fondo trovando puntuale Murano che di piatto destro sblocca il risultato. Poco dopo è ancora Murano a sfiorare la doppietta personale. Il raddoppio è firmato Viteritti, al termine di un'azione avviata da Murano e perfezionata da Arcidiacono che vede e serve il compagno di squadra che non deve far altro che appoggiare in rete da pochi metri.

Il secondo tempo si apre così come era finito il primo, con un gol del Potenza. E' Giosa a firmare il tris, insaccando sotto misura un calcio d'angolo battuto da Emerson. La gara sostanzialmente finisce qui, il Potenza controlla, andando anche in più di un'occasione vicina alla quarta marcatura, ma i vari Murano, Dettori e Arcidiacono non sono fortunati. Il Bisceglie costruisce un paio di occasioni, tutte non nitide e comunque frutto di azioni estemporanee. La squadra di casa di fatto non entra mai in partita e il triplice fischio, a risultato ormai acquisito, arriva con qualche secondo di anticipo.

Vediamo chi sono stati i migliori e i peggiori della gara:

TOP

Urban Zibert (Bisceglie): difficile trovare un giocatore sopra la sufficienza in casa nerazzurra. Vogliamo premiare il centrocampista sloveno perché, nella generale confusione, è l'unico che, in particolare nel primo tempo, sembra avere le idee chiare. Prova un paio di verticalizzazioni e cerca di essere concreto e semplice. Purtroppo non è sufficiente. Si fa notare anche Casadei, incolpevole sulle tre reti, per alcuni interventi che evitano un passivo ancor più pesante. SUL PEZZO

Jacopo Murano (Potenza): al netto di una prestazione di squadra eccellente in tutti i reparti, sottolineamo la prova dell'attaccante, che segna il gol che sblocca il risultato e con un tocco illuminante smarca Arcidiacono che andrà a servire a Viteritti la palla del raddoppio. Un giocatore totalmente ritrovato e che sicuramente non sta facendo rimpiangere troppo l'assenza del centravanti França. IL SAMURAI E' TORNATO

FLOP

La prestazione complessiva del Bisceglie: come detto difficile trovare una nota positiva nel pomeriggio della squadra di Vanoli. Svagati in difesa, si perdono Murano e Viteritti in occasione delle reti del primo tempo e, non paghi, Giosa ad inizio ripresa. Il centrocampo ha poco mordente e perde tanti palloni. Montero e Manicone risultato evanescenti, qualcosa di più fanno Longo e Gatto, ma è troppo poco. BOCCIATURA TOTALE

Nessuno per il Potenza: nulla da dire alla gara della squadra di mister Raffaele. La difesa concede poco e nulla e si conferma al momento la migliore del torneo. Il centrocampo gira a dovere, è reattivo e tutti a turno si inseriscono al meglio, con l'ottima spinta anche degli esterni. Di Murano ne abbiamo già parlato, bene anche Arcidiacono oltre all'assist. Anche chi è subentrato ha tenuto alta la concentrazione fino al triplice fischio. TUTTI PROMOSSI