Top & Flop di Catanzaro-Teramo

25.08.2019 19:25 di Francesco Marra Cutrupi   Vedi letture
© foto di Andrea Rosito
Top & Flop di Catanzaro-Teramo

Termina 2-1 al Ceravolo il primo big match del Girone C. Straripante primo tempo dei giallorossi che con Nicastro prima, lestissimo a gettarsi su una respinta dopo il colpo di testa di Celiento che aveva colpito il palo e dopo con Kanoutè che su rigore chiude virtualmente la pratica. Il Teramo soffre sugli esterni e alla mezz'ora Mister Tedino è costretto a cambiare modulo passando al 4-5-1, perdendo però Martignago per infortonio. Nel secondo tempo, pronti via e il Teramo trova un calcio di rigore per l'atterramento di Bombagi, sul dischetto lo stesso Bombagi si fa ipnotizzare da Di Gennaro che è strepitoso e manda in angolo il possibile pallone del 2-1. Goal che però non tarda ad arrivare, progressione sulla fascia di Piacentini che scarica in mezzo, non si capiscono Celiento e Di Gennaro e scontrandosi generano un autogoal tragicomico. Da lì il Teramo inizia a crederci, ma non riesce mai veramente ad impensierire la retroguardia giallorossa. Il Catanzaro prova più volte a chiuderla ma non riesce mai a trovare lo specchio della porta. Ottime indicazioni per Mister Auteri da tutta la squadra, grande ritmo e grande intensità. Il Teramo dal canto suo recrimina un approccio non proprio dei migliori al match. Ecco a voi i Top & Flop del match: 

TOP

MAITA (CATANZARO): motorino inesauribile, tocca una serie infinita di palloni e corre da un parte all'altra del campo. Illumina la domenica pomeriggio del Ceravolo non sbaglia particamente nulla riuscendo anche ad essere costante e sempre al centro del gioco. Partono da lui entrambi i goal dei giallorossi, si ricomincia come aveva terminato la scorsa stagione. SONTUOSO

MUNGO (TERAMO): anche lui instancabile, lotta fino all'ultimo oper trovare il pareggio. Si danna l'anima e le prova tutte per imbeccare un Cianci per niente in giornata. Difficile non dargli la palma di Top in una squadra che oggi ha faticato e parecchio al cospetto di un Catanzaro strepitoso. GUERRIERO

FLOP

DI LIVIO (CATANZARO): primi minuti ad alto livello, poi sparisce completamente. Non entra mai veramente in partita, troppe leggerezze, come la palla persa che gli costa il giallo nel primo tempo. Si farà sicuramente perdonare, Mister Auteri ha grande fiducia in lui. ASSENTE

CIANCI (TERAMO): un attacco poco convincente quello Teramano quest'oggi. Molti demeriti sono proprio del centravanti nativo di Bari. Non riesce mai ad impensierire la difesa catanzarese, con la palla tra i piedi fa fatica. Esordio di campionato non perfetto il suo, nonostante quanto di buono fatto vedere in Coppa Italia. BOCCIATO