Top & Flop di Juve Stabia-Cavese

22.10.2020 22:55 di Nando Armenante   Vedi letture
Top & Flop di Juve Stabia-Cavese
TMW/TuttoC.com
© foto di Giuseppe Scialla

La Juve Stabia si prende il derby: al "Menti" finisce 2-0 contro la Cavese nel posticipo della sesta giornata di campionato. A decidere il match sono le reti di Mastalli e Vallocchia nel secondo tempo. 

Nel primo tempo parte meglio la squadra di Modica che cerca di giocare molto palla a terra e con verticalizzazioni. La prima conclusione del match arriva al 21' con Vivacqua che manda alto sopra la traversa. Pochi minuti dopo risponde Vallocchia per i padroni di casa ma l'esito è lo stesso del suo avversario in precedenza. Poi la svolta: al 27', Zedadka - già ammonito - entra in ritardo su Bovo e viene mandato sotto la doccia in anticipo da Cosso. Con la Cavese in 10, la Juve Stabia esce dal guscio e diventa pericolosa prima con Fantacci e poi ancora con Vallocchia ma gli ospiti si salvano. Poi arriva il guardalinee a salvataggio della squadra di Modica quando al 43' sbandiera un fuorigioco, annullando così il gol di Codromaz per la Juve Stabia. Il primo tempo si conclude sul risultato di parità. 

Nella ripresa, Padalino chiede ai suoi di spingere ulteriormente e cercare il vantaggio. Ma la gemma arriva al 60': Mastalli disegna un calcio di punizione praticamente perfetto ed imparabile per Bisogno, facendo esplodere il "Menti". La Cavese accusa il gol e l'inferiorità numerica, rischiando di affondare definitivamente ma la Juve Stabia non ne approfitta. Golfo spreca incredibilmente su una frittata combinata da Bisogno con De Franco, calciando a lato a porta vuota. Poco prima del 90', Oviszach sfiora l'1-1 ma Tomei è super sulla conclusione del centrocampista scuola Udinese. Poi nel finale si aprono le praterie e la Juve Stabia la chiude al 94' con Vallocchia che chiude al meglio un contropiede 2 contro 1 con Bisogno, ben servito da Golfo. Vince la squadra di Padalino. 

Come di consueto, ecco i Top & Flop del match: 

TOP 

Alessandro Mastalli (Juve Stabia): Per sbloccare una partita difficile come il derby, seppur con un uomo in più, serve una giocata importante del singolo. Lui la trova al minuto 60 con un calcio di punizione praticamente perfetto che si incastona nel sette alle spalle di Bisogno e regala ai suoi il vantaggio. Praticamente sempre presente in ogni azione della squadra, sempre più leader di questa squadra e la fascia da capitano è meritatissima. DIAMANTE

Nessuno (Cavese): la squadra di Modica è ben disposta in campo ma poi è costretta ad arrestarsi bruscamente al 27' per l'espulsione sanguinosa di Zedadka che complica maledettamente la partita. Nella ripresa si accusa l'inferiorità numerica soprattutto dopo il gol di Mastalli su punizione ma poi nel finale cerca l'orgoglio sfiorando il gol con Oviszach. Nel recupero, tutta in avanti, subisce il 2-0 che sancisce il secondo ko consecutivo. NON VA

FLOP 

Contropiedi (Juve Stabia): L'espulsione ha sicuramente agevolato il compito della squadra di Padalino ma le vespe si sono dimostrate sempre compatte e pronte a pungere al momento giusto. Una palla inattiva e un gol in contropiede decidono il match ma la squadra stabiese ha avuto anche molte occasioni per chiudere molto prima del 94' il match, ma ha mantenuto in vita la Cavese fino all'ultimo. Oggi è andata bene, domani chissà: intanto il tecnico sorride. POCO CINICI

Karim Zedadka (Cavese): schierato a sorpresa da Modica dal 1', non rende la fiducia del suo mister facendosi espellere dopo nemmeno mezz'ora di gioco. Sacrosanti i due cartellini gialli che gli hanno portato a chiudere anzitempo la sfida. Troppa ferocia agonistica messa dal centrocampista scuola Napoli che rovina la buona prova iniziale dei suoi e costringe la sua squadra a giocare oltre 60 minuti in 10 uomini. INGENUO