Top & Flop di Paganese-Catania

24.02.2021 17:00 di Emmanuele Sorrentino   Vedi letture
Top & Flop di Paganese-Catania
TMW/TuttoC.com
© foto di Fabio Altobello/CGP Photo Agency

Il recupero della ventesima giornata di Serie C girone C tra Paganese e Catania termina con il risultato di 0-0: un match dai due volti, interpretato in maniera diversa dai protagonisti in campo nei due tempi a disposizione.

Prima frazione di gioco particolarmente vivace: i padroni di casa si rendono pericolosi dopo appena 5' di gioco con Zanini, il quale lascia partire un missile dalla distanza che sibila l'incrocio dei pali; due giri di lancette dopo è Russotto a cercare la porta con un traversone insidioso direttamente su corner, Baiocco respinge con i pugni. All'8' Pinto, sempre sugli sviluppi di un angolo, prova la conclusione al volo da posizione defilata sulla sinistra, palla di poco alta sopra la traversa. Al 15' grossa chance per Raffini: Onescu sulla destra lavora un buon pallone, appoggio per Guadagni che prolunga sul secondo palo sul quale è appostato il numero 33 azzurrostellato, il quale sotto porta spara incredibilmente alto. Al 20' doppia chance, una per parte: prima Squillace per i campani, palla che attraversa tutto lo specchio della porta, poi Golfo per gli etnei, che di testa non trova la porta. Al 26' Squillace servito con una spizzata di testa da Zanini prova ad impensierire Confente, ma il suo tiro termina abbondantemente sul fondo. Alla mezz'ora Rosaia cerca la botta di prima intenzione, palla di poco alta. In chiusura, Tonucci si rende pericoloso con uno spiovente insidioso dalla destra, palla sull'esterno della rete.

La ripresa si apre con una zampata sotto porta di Pinto, intercettata da Baiocco in due tempi. Gli etnei provano a  pungere i padroni di casa, che si difendono con ordine e cercando di sorprendere gli ospiti in ripartenza. Mister Raffaele cambia modulo, schierando i suoi con il 4-4-2. L'ingresso di Di Piazza non dà la scossa tanto attesa: la seconda frazione scorre senza grosse emozioni. Al 58' Russotto cerca la conclusione su punizione, palla alta. I padroni di casa invece si fanno vedere solamente al 78' con Sirignano, che prova la botta dal limite: palla alta. All'81' il Catania rimane in 10 per fallo di reazione di Tonucci su Mattia. Di Napoli prova il tutto per tutto inserendo l'eterno capitano Scarpa e Cigagna, ma non succederà più nulla. Un pari che smuove le rispettive classifiche: Paganese che aggancia la Vibonese al quintultimo posto a quota 23 punti, mentre il Catania non riesce a raggiungere il Catanzaro a quota 41 punti, fermandosi invece a 39.

Nel prossimo turno di campionato, la Paganese farà visita al Teramo domenica 28 alle ore 17.30; il Catania invece sarà ospite della Vibonese alle ore 15.00.

Ecco i Top & Flop del match:

TOP

Primo tempo della Paganese: tante occasioni per gli uomini di mister Di Napoli nella prima frazione di gioco. Peccato per quel tocco sotto porta sbagliato da Raffini, che avrebbe potuto portare gli azzurrostellati in vantaggio. Nulla da eccepire ad una squadra che giornata dopo giornata cresce e convince: di questo passo la salvezza diretta potrebbe diventare sempre più una realtà. ECCEZIONALI

Alessandro Albertini (Catania): sorprende la sua costanza nel proporsi sulla destra, cross davvero invitanti per le punte rossazzurre che difettano di precisione in più di una circostanza. Mister Raffaele lo sostituisce con Di Piazza nella ripresa. FORSENNATO

FLOP

Ciro Sirignano (Paganese): non è quel Sirignano che i tifosi azzurrostellati conoscono. Qualche piccola sbavatura macchia la sua prestazione, al rientro dopo il turno di squalifica. Per fortuna gli etnei non ne approfittano più di tanto. OPACO

Denis Tonucci (Catania): un'espulsione che si poteva assolutamente evitare, fallo di frustrazione su Mattia che di fatto lo costringe a saltare il prossimo match con la Vibonese, mettendo in difficoltà il tecnico rossazzurro nelle scelte. NERVOSO

RIVIVI LE EMOZIONI DEL MATCH!