Il paradosso della Serie C. Dopo le settimane di crisi arrivano gli investimenti. Non solo ElevenSports, anche SkySport punta forte sulla Lega Pro. Le casse tornano a riempirsi e la speranza è che non sia finita qui

03.09.2021 00:00 di Luca Bargellini Twitter:    vedi letture
Il paradosso della Serie C. Dopo le settimane di crisi arrivano gli investimenti. Non solo ElevenSports, anche SkySport punta forte sulla Lega Pro. Le casse tornano a riempirsi e la speranza è che non sia finita qui

Se c’è una costante nel mondo della Serie C è il concetto di paradosso. Questa la sua definizione dal dizionario Treccani: “Affermazione, proposizione, tesi, opinione che, per il suo contenuto o per la forma in cui è espressa, appare contraria all’opinione comune o alla verosimiglianza e riesce perciò sorprendente o incredibile”. Cosa c’entra tutto questo con il mondo della terza serie? Semplice. All’indomani dell’ennesimo periodo di difficoltà, durante il quale molte società di Lega Pro sono scomparse dal palcoscenico e altre si sono salvate per il rotto della cuffia, ecco che la terza serie diventa appetibile come non mai.

La Serie C 2021/2022, infatti, pare attrarre e non poco il pubblico televisivo. Con le limitazioni alla presenza negli stadi che andranno avanti ancora per un po’, per le tv investire sul calcio giocato rimane una possibilità conveniente. Dopo ElevenSport (che ha lanciato l’iniziativa del “Top Match” della settimana) e le varie emittenze radio-televisive locali e legate alle singole realtà, infatti, in Via Jacopo da Diacceto è tornata a farsi sentire anche SkySport. L’accordo è chiuso, con l’emittente satellitare che trasmetterà fino ad otto partite per ogni turno della stagione regolare (playoff e playout esclusi) all’interno del pacchetto ‘calcio’ (per intendersi lo stesso attraverso il quale si possono vedere le gare di Serie B, Premier League, Ligue 1 e Bundesliga). Una serie di accordi commerciali, questi, che pare abbiano portato svariate centinaia di migliaia di euro (per non dire qualche milione) nelle casse della Lega. Numeri positivi e dunque paradossali se ripensiamo a quanto vissuto fino ad un mese fa.

Vedremo a fine stagione se la resa sarà quella attesa, ma in questo momento ciò che conta è che le casse della Lega, e di conseguenza quelle di tutto il movimento, si stanno riempiendo. Non certamente una cosa negativa (anche se non ancora sufficiente) in un momento come questo. Con la speranza che, presto o tardi, arrivino altre sorprese. Per il bene di tutti.