INTERVISTA TC - Arezzo, Manzo: “Ennesimo arbitraggio scandaloso. Stiamo preparando un dossier”

23.01.2021 18:25 di Redazione TC Twitter:    Vedi letture
INTERVISTA TC - Arezzo, Manzo: “Ennesimo arbitraggio scandaloso. Stiamo preparando un dossier”
TMW/TuttoC.com
© foto di Francesco Di Leonforte/TuttoCesena.it

La sconfitta per 3-2 contro la FeralpiSalò, all’esordio in panchina di Roberto Stellone, lascia strascichi in casa Arezzo. In particolare, nel mirino finisce la prestazione arbitrale per i due cartellini rossi con rispettivi rigori concessi agli ospiti: “Il giudizio sulla squadra è positivo, abbiamo visto un altro Arezzo - dice a TuttoC il direttore generale, nonché tra i proprietari della compagine toscana, Guglielmo Manzo - giocare contro l’arbitro però è una cosa che non accetto. Non vogliamo aiuti da nessuno, ma neanche essere penalizzati in continuazione e oggi è avvenuto in modo palese. Prepareremo un dossier e lo manderemo a tutti gli uffici competenti, dobbiamo far presente cosa succede. Anche perché non è la prima volta e nel girone d’andata diversi episodi ci hanno penalizzati”.

Oggi due episodi nel mirino.
“Assolutamente plateali. Ho chiesto spiegazioni all’arbitro e non me le ha date: è un’altra cosa antipatica. È durissima, fai veramente fatica a capire se c’è mala fede, in una stagione pesantissima economicamente. Stiamo investendo tantissimo, l’abbiamo dimostrato cambiando lo staff e lavorando sul mercato. Se poi ogni partita dobbiamo andare a recriminare su qualcosa che ci è dovuto ma non viene concesso... Non parlo del rigore che non ci hanno dato, è ancora peggio quello che ti danno contro quando non c’è. Anche perché demoralizza la squadra”.

Lei parla di un dossier. Pensa ci sia un disegno contro l’Arezzo e nel caso perché?
“Spero vivamente di no. Noi vogliamo fare presente a tutti i vertici del calcio italiano cosa sta succedendo ogni volta che si viene ad arbitrare l’Arezzo. Questa è una partita che è un esempio palese. Non vogliamo regali, ma equità di giudizio, poi chi è più bravo vince”.

Non può essere che gli arbitri siano semplicemente non di alto livello?
“Potrebbe anche essere. Sicuramente nel girone d’andata abbiamo avuto dimostrazione di una scarsa personalità da parte degli arbitri. Però è anche vero che tocca agli organi competenti capire chi sostituire. Noi ne abbiamo avuto alcuni scandalosi. Chiediamo rispetto per chi investe in un’attività sportiva che oggi è in perdita. Se un arbitro non è competente resta fuori, come il nostro allenatore fa scelte sui propri giocatori. È durissima così, viene veramente voglia di mollare. La fortuna gira, ma non vogliamo che sia condizionata dagli arbitri e sempre contro l’Arezzo”.