INTERVISTA TC - Compagnoni: "Esonero Montero mi ha sorpreso"

03.11.2020 07:30 di Gianmarco Minossi   Vedi letture
INTERVISTA TC - Compagnoni: "Esonero Montero mi ha sorpreso"
TMW/TuttoC.com
© foto di Federico De Luca

Maurizio Compagnoni, noto telecronista di Sky Sport e nativo di San Benedetto del Tronto, è intervenuto ai microfoni di TuttoC.com per tracciare un bilancio di questo avvio di campionato della Sambenedettese: "L’esonero di Montero dopo la sconfitta col Modena mi ha sorpreso: leggendo la cronaca ho letto che la Samb avrebbe potuto vincere senza rubare nulla e se avesse vinto sarebbe stata prima in classifica, perciò è stato un avvicendamento che non mi aspettavo”.

La scelta di Zironelli la convince?

"Zironelli ha fatto benissimo a Mestre, poi ha allenato anche l’Under 23 della Juventus e a Modena è stato esonerato, anche se alcuni addetti ai lavori che seguono da vicino gli emiliani mi hanno riferito che non avesse fatto male. Quindi il curriculum è interessante, so che ama molto la difesa a tre; probabilmente la rosa non è tanto in linea con quelle che sono le sue idee, ma credo che fino a Natale si possa arrangiare tranquillamente, nell’attesa di qualche innesto a gennaio che si sposi con il suo sistema di gioco, magari cedendo dei giocatori che con questo modulo rischierebbero di faticare".

Come giudica il pareggio ottenuto sul campo del Sudtirol?

"Credo sia un buon risultato, il Sudtirol è partito alla grande e sono ormai diversi anni che è tra le protagoniste in Serie C. Ho letto le cronache che parlano di una partita equilibrata dove la Samb non ha sofferto particolarmente, quindi penso che per Zironelli sia una buona partenza".

Chi l’ha impressionata in positivo tra i nuovi innesti e da chi invece si aspetta di più?

"Fare un bilancio dopo otto partite è abbastanza prematuro, diciamo che la Samb ha tre prime punte di alto livello come Maxi Lopez, Nocciolini e Lescano, tutti top player per la categoria: forse c’è troppa abbondanza in attacco".

Questa Samb può ambire a finire il campionato tra le prime cinque?

"Secondo me con un paio di giocatori adatti alle esigenze di Zironelli sì; non credo che abbia il potenziale per puntare alla vittoria in campionato, però penso che possa arrivare ambire ad un buon piazzamento in zona play-off".

Come giudica questi primi mesi di presidenza di Domenico Serafino?

"Credo che l’impatto di Serafino con la piazza sia stato altamente positivo, ha riportato un grande entusiasmo che magari ora non è visibile perché lo stadio è vuoto, ma a San Benedetto mi garantiscono che è così. Sta portando avanti un progetto ambizioso a 360°, da uno staff dirigenziale di primo ordine al manto erboso rifatto o al centro di allenamento trasformato, oltre alla comunicazione e al rapporto con la città. Sul piano tecnico penso che abbia costruito una rosa importante, magari sulle scelte di mercato c’è qualcosa da rivedere, non perché manchino i giocatori forti, ma perché, come detto prima, in alcuni reparti c’è abbondanza e in altri c’è più carenza, ma tutto sommato il bilancio è nettamente positivo".