INTERVISTA TC - Ds Grosseto: "De Silvestro? Valutiamo. Felici per Bifini"

01.09.2021 16:30 di Raffaella Bon   vedi letture
Stefano Giammarioli
TMW/TuttoC.com
Stefano Giammarioli

All'indomani della chiusura della sessione estiva di mercato, ai microfoni di TuttoC.com è intervenuto Stefano Giammarioli, direttore sportivo del Grosseto, per tirare le somme delle trattative effettuate: "Considerando i problemi economici dovuti alla pandemia, è stato un mercato movimentato. Tanti giocatori importanti sono scesi dalla B per andare in piazze prestigiose di C. Si sono mossi tantissimi attaccanti. Il mercato è diviso in fasce, a seconda degli obiettivi: ci sono le big che vogliono vincere che ne fanno uno a parte, poi ci sono le squadre che fanno un mercato da metà classifica e infine coloro che lavorano coi giovani".

Nel Girone B chi si è rinforzata maggiormente?
"Credo quattro squadre: Entella, Reggiana, Pescara e Modena. Hanno un organico - per motivi diversi - dello stesso livello. Poi c'è un gruppetto sotto, con Ancona e Cesena, così come la mia ex squadra, il Gubbio. Hanno fatto un buonissimo lavoro, con ottimi acquisti".

Nel vostro club si è lavorato molto coi giovani?
"Abbiamo una rosa di 22 giocatori totali, composta da 14 giovani tra prestiti e giocatori di proprietà. E' un progetto bellissimo, affascinante. Credo che abbiamo preso giovani di assoluto livello, di prima fascia. Abbiamo la fortuna di un ambiente sereno e strutture di alto livello, oltre a un mister che sa lavorare coi giovani. Il Grosseto ha fatto un eccellente lavoro".

De Silvestro?
"E' un ragazzo che il mister conosce benissimo, io l'ho avuto con me un anno (a Gubbio, ndr). Le sue caratteristiche in rosa non le abbiamo. La valutazione è legata ai nostri bilanci. E' una operazione che stiamo valutando con attenzione".

Prevedete altre operazioni tra gli svincolati?
"Aumentano sempre di più, anno per anno. Ma il nostro mercato è chiuso: abbiamo avuto l'occasione di De Silvestro, ma altro non faremo. Nell'ultimo giorno di mercato siamo riusciti a fare un'operazione importante come quella di Bifini al Genoa, sarebbe stato il nostro quinto attaccante ma gli abbiamo dato la possibilità di andare in A e così è nata l'idea di De Silvestro. Bifini? Si meritava il salto di categoria, anche se avremmo voluto farlo crescere con noi. Avendo ottimi rapporti col Genoa non mi sembrava giusto non farlo crescere in un club così prestigioso. E' stata una operazione che ha accontentato tutti".