INTERVISTA TC - Ferri: "Tabbiani-Fiorenzuola è binomio perfetto"

16.11.2021 11:30 di Raffaella Bon   vedi letture
INTERVISTA TC - Ferri: "Tabbiani-Fiorenzuola è binomio perfetto"
TMW/TuttoC.com
© foto di Marco Farinazzo/TuttoLegaPro.com

Dopo il pareggio nel derby col Piacenza, ai microfoni di TuttoC.com è intervenuto Luca Ferri, difensore del Fiorenzuola: "Abbiamo subito capito durante la settimana che era una partita importante. E' stato il primo derby tra i professionisti e siamo tutti orgogliosi di averlo giocato, soprattutto in maniera propositiva e con la voglia di vincere, poi ci sono stati gli episodi, ma tutti abbiamo fatto del nostro migliore affinché fosse un bel derby".

Da matricola state facendo una bella figura in questo campionato.
"Diciamo che tutti ci stiamo mettendo del nostro per fare un campionato importante e raggiungere il nostro obiettivo, che è comunque la salvezza. Sappiamo di essere una squadra giovane, ma ce la mettiamo tutta".

Quali sono stati gli ostacoli che avete dovuto affrontare nell'impatto con la nuova categoria?
"A livello di ritmo e fisicità eravamo abituati alla Serie D, ci abbiamo messo qualche partita per adattarci ma penso che ora siamo migliorati, così come sotto altri aspetti, ad esempio la velocità di trasmissione della palla che è un fattore importante".

Cosa vi sta dando mister Tabbiani?
"E' il secondo anno che sono con lui: è un allenatore forte, che in settimana chiede tanto sia dal punto di vista fisico sia dal punto di vista tattico. Ci sta dando consapevolezza nei nostri mezzi, che è importantissimo vista l'età del gruppo. Lui è molto bravo a lavorare coi giovani, quindi è il binomio perfetto Tabbiani-Fiorenzuola, una società in crescita che punta sui giovani. Gran parte del merito della promozione dalla D è suo, è stato un condottiero importante nella cavalcata dell'anno scorso, anche se in campo ci scendiamo noi e facciamo noi quello che lui dice. L'impronta e le idee che ci dà sono importanti".

Parlavi dell'importanza dei giovani...
"E' la linea societaria giocare coi giovani: sono stati molto bravi a lavorare sul mercato e a scegliere quelli giusti. Prima del calciatore a Fiorenzuola arrivano gli uomini e quelli che sono arrivati si sono messi subito a disposizione, cosa importantissima per creare un gruppo sano".

Che idea ti sei fatto del girone?
"Il girone è molto tosto, non ero a conoscenza della qualità della C perché mancavo da parecchi anni, conoscevo solo qualche squadra. E' difficile ma equilibrato, anche se le prime tre fanno campionato a parte, avendo valori di altra categoria. Tutte le altre possono vincere o perdere con tutte".

La prossima giornata vi vedrà impegnati in casa della Juventus U23.
"Sarà difficile, loro sono giovani molto forti, anzi futuri campioni li definirei: giocare nella Juve da giovani porta a prospettive importanti. Noi dobbiamo andare là propositivi, con la voglia di vincere e vedremo cosa succederà".