INTERVISTA TC - Graziani: "Ad Avellino un caos che non mi sorprende"

11.02.2020 16:30 di Raffaella Bon   Vedi letture
© foto di Matteo Bursi
INTERVISTA TC - Graziani: "Ad Avellino un caos che non mi sorprende"

"Regna una grande confusione, se avessero ascoltato un po' di più le mie parole quando ero lì, parole di una persona seria, forse qualcuno avrebbe capito prima tutta la situazione. Questo caos in tutta onestà non mi sorprende". Archimede Graziani, ex allenatore dell'Avellino, intervenuto in esclusiva ai microfoni di TuttoC.com, è molto critico nel commentare la situazione del club biancoverde. 

C'è la possibilità che l'Avellino scompaia di nuovo? Si può uscire da qusta situazione? 
"Non lo so. Il fatto che possa accadere o meno dipende dai dirigenti. Ma penso che c'è modo e modo di fare le cose. Si può uscire da tutto se si affrontano le cose con serietà. Quando sono andato via io, Graziani sembrava il male. Se qualcuno invece alzava le antenne, si sarebbe evitata la confusione". 

C'è un campionato da affrontare.
"L'Avellino calcio va distinto dalla società, anche se purtroppo gli interpreti del campo ne subiscono le conseguenze. Mi auguro che sul campo possano fare non bene ma di più. In questo caos il calcio giocato c'entra poco". 

Per i biancoverdi è in programma il derby con la Cavese. 
"Ripeto, mi auguro che vada per il verso giusto, anche perché così metti da parte tutta la situazione che c'è intorno, e per la quale la squadra non ha assolutamente colpa. Credo dipenda molto anche da come interpreterà la gara la Cavese, che se è in giornata può dare filo da torcere a tutti. Mi auguro che il pubblico stia con i giocatori".