INTERVISTA TC - Matelica, De Santis: "Gol a Trieste? Emozione unica"

30.09.2020 21:00 di Gianmarco Minossi   Vedi letture
INTERVISTA TC - Matelica, De Santis: "Gol a Trieste? Emozione unica"

Il capitano del Matelica Simone De Santis, match winner domenica scorsa al Nereo Rocco di Trieste, ha parlato ai microfoni di TuttoC.com delle sue sensazioni e delle ambizioni della squadra.

Con il gol segnato alla Triestina sei entrato nella storia del Matelica come il giocatore ad aver segnato il primo gol assoluto del club tra i professionisti: a distanza di tre giorni e a mente lucida, quali sono le tue sensazioni?

“Ancora a distanza di tre giorni sono emozionato, sia per il goal realizzato ma soprattutto per il risultato che siamo riusciti a portare a casa in un campo difficile e con un avversario di alto livello. Domenica è stata un emozione unica;  subito dopo il gol sono stato “inondato” dai miei compagni ed è stato bellissimo condividere quel momento di gioia con tutti loro”.

Eppure l'anno scorso, ad ottobre, annaspavate nel vostro girone di Serie D a ridosso della zona playout; te lo saresti immaginato che un anno dopo sareste riusciti ad espugnare il Nereo Rocco in C?

“Lo scorso anno siamo partiti un po’ con il freno a mano tirato, ma poi alla lunga abbiamo dimostrato con una straordinaria rimonta il nostro vero valore. Diciamo che tra ottobre e novembre scorso c’è stata una svolta che ci ha permesso di invertire la rotta e ci ha portato quest’anno a disputare il campionato di serie C esordendo proprio al Nereo Rocco. Di certo non ci aspettavamo questo inizio; abbiamo vinto la prima di 38 finali e ora pensiamo già alla prossima”.

Sabato arriva la Feralpisalo': il fatto di arrivare a questa sfida sulle ali dell'entusiasmo di una prestigiosa vittoria è una marcia in più per voi?

“Si, sabato arriverà la Feralpisalò, una formazione che ha sempre fatto bene in questo campionato ed è stata sempre ai vertici della classifica, noi cercheremo di affrontare la gara come quella di Trieste, senza timori e con grande umiltà consapevoli delle nostre potenzialità”.

Sarà anche il vostro esordio ufficiale allo stadio Helvia Recina di Macerata: quali sono le tue prime impressioni sull'impianto che vi ospiterà quest'anno?

“Sì, sara’ l’esordio ufficiale in casa, dove abbiamo avuto modo di poter testare il campo in amichevole con l’Ascoli.L’impianto è all’altezza della categoria, visto che in passato l’ha già ospitata e gli addetti ai lavori ci hanno accolto facendoci sentire a casa”.

Questo Matelica può secondo te andare oltre una semplice salvezza?

“Questo Matelica deve guardare partita dopo partita; sabato ci sarà la Feralpisalò, poi penseremo alla sfida successiva... alla fine sarà il campo a decidere le sorti del nostro destino”.