INTERVISTA TC - Rossi: "Quando passi da under a over difficile trovare squadra anche in C"

01.12.2023 12:00 di Raffaella Bon   vedi letture
INTERVISTA TC - Rossi: "Quando passi da under a over difficile trovare squadra anche in C"
TMW/TuttoC.com
© foto di www.imagephotoagency.it

Carpi, Albinoleffe, San Donato Tavernelle e Picerno, Matteo Rossi è stato uno dei protagonisti degli ultimi campionati di Serie C. Il portiere, classe 2000, ha parlato ai microfoni di TuttoC.com della regola degli under e del suo momento.

Ormai la regola degli under penalizza voi giocatori over in queste categoria?
"Le regole che impongono l’obbligo di mettere dei giocatori giovani in campo non sono di aiuto a nessun giovane giocatore perché la maggior parte delle volte, quando poi la tua età esce dalla quota, vieni messo da parte per far posto al prossimo giocatore rientrante nella quota. Questa non è una programmazione di crescita bensì adempiere solo agli obblighi della legge perché se un ragazzo giovane è capace gioca ugualmente".

E il portiere è un ruolo penalizzato?
"Il ruolo del portiere purtroppo, come quello dei terzini, soffre più di altri ruoli di questa regola con la differenza che la maturazione di un portiere avviene a una età più avanzata rispetto a altri ruoli quindi sei costretto a dimostrare tutto nei primi anni della tua carriera senza commettere errori".



Ti aspettavi una conferma a Picerno?
"Al Picerno purtroppo ho sofferto di una distorsione della caviglia che nei pochi mesi in qui ero là non mi ha permesso di esprimere tutto il mio potenziale".

Hai rifiutato in estate qualche offerta dalla C, c'è rammarico?
"Quando passi da essere under a over il cerchio si restringe ulteriormente e diventa difficile trovare la sistemazione adatta anche in serie C, purtroppo venivo da un anno un po' travagliato che ha compromesso un po' questa stagione".

Sei tornato al Carpi, poi cosa è successo?
"Ad agosto ho iniziato a allenarmi con il Carpi. In seguito all’infortunio di un portiere mi è stato chiesto di essere tesserato fino a dicembre per poi valutare come procedere nel mercato invernale. Mi è stata fatta una prima proposta di venire a giocare al minimo che io ho rifiutato e in seguito abbiamo raggiunto un accordo. Mercoledì ho rifiutato l’offerta di prolungamento di un solo mese poiché volevo essere considerato un giocatore importante per la società che mi ha cresciuto, mi sarei aspettato un prolungamento fino a giugno e sarei stato felice di firmare alle opportune condizioni salariali. Ieri una volta arrivato al campo sono stato invitato a non partecipare all’allenamento e di lasciare la struttura".

Che ne pensi della stagione del Picerno?
"Le squadre del mio passato in C stanno svolgendo dei bei campionati, in particolare il Picerno sta facendo una stagione grandiosa spero possano continuare così fino a fine anno".