Accadde oggi - 2015, Balistreri salva la Reggina, Messina in D

30.05.2020 12:00 di Matteo Ferri   Vedi letture
© foto di Sarah Furnari/TuttoLegaPro.com
Accadde oggi - 2015, Balistreri salva la Reggina, Messina in D

Tra le stagioni più tormentate e caotiche della Lega Pro, la 2014/15 merita certamente una menzione speciale. Lo scandalo dirty soccer cancellò verdetti acquisiti sul campo, come la promozione del Teramo nel girone B, spazzando via dal calcio professionistico la Torres nel girone A e la Vigor Lamezia nel C.  Nel raggruppamento centro-meridionale, già stravolto dalle penalizzazioni, l'apice venne toccato a stagione regolare appena conclusa e a pochi giorni dagli spareggi. La Reggina, ultima in classifica e condannata alla seconda retrocessione consecutiva, si vedeva restituire due punti dal Collegio di Garanzia, scavalcando il Savoia, con i campani che stavano preparando la doppia sfida playout contro il Messina. Oplontini in Serie D e derby dello Stretto per rimanere tra i professionisti, con i siciliani forti del miglior piazzamento in classifica e che, in campionato, avevano espugnato il Granillo e passeggiato al San Filippo. Il 26 maggio, però, la rete di Insigne risolveva la gara d'andata e permetteva agli amaranto di presentarsi al match di ritorno con un piccolo ma prezioso vantaggio. Dal canto suo, la squadra di Di Costanzo poteva far leva sui due precedenti stagionali e sulla storia di un derby che, almeno a Messina, vedeva i giallorossi imbattuti da ventisei anni. Il 30 maggio 2015 le due squadre si ritrovarono così di fronte per la quarta volta nel giro di nove mesi. I padroni di casa, trascinati dall'eterno bomber Corona, ci provarono con insistenza in avvio, senza riuscire a scardinare una difesa rinforzata a gennaio dai ritorni di Belardi, Cirillo e Aronica, tutti e tre all'ultima gara da calciatori. Lo zero a zero con cui si chiuse la prima frazione sembrò dover cambiare rapidamente in avvio di ripresa quando Benedetti, già ammonito, rimediava il secondo giallo trattenendo Mancini. Ma al Messina non bastarono nemmeno i quasi quaranta minuti di superiorità numerica per segnare il gol salvezza, nonostante le occasioni nitide di Benvegna allo scoccare dell'ora di gioco e di Orlando a dieci dal novantesimo. Le residue speranze dei siciliani si schiantarono definitivamente all'86', sul colpo di testa di Balistreri imbeccato dalla punizione da destra di Zibert. Reggina salva e Messina in D anche se, nella lunga estate calda del 2015, a finire tra i dilettanti furono solo gli amaranto, falliti al termine di una delle stagioni più tormentate e incredibili della loro storia. 
 
MESSINA-REGGINA 0-1

Marcatore: 41'st Balistreri

Messina: Berardi, Silvestri, Benvenga, Pepe, Stefani (1'st Donnarumma), Nigro (40'st Damonte), Izzillo, Mancini (32'st Bonanno), Corona, Orlando, Ciciretti. A disp. Iuliano, Cane, Rullo, Altobello. All. Di Costanzo

Reggina: Belardi, Ungaro, Di Lorenzo, Salandria, Cirillo, Aronica, Armellino (32'st Velardi), Zibert, Viola (15'st Magri), Insigne (34'st Balistreri), Benedetti. A disp. Kovacsik, Maimone, Gallozzi, Di Michele. All. Tedesco

Arbitro: Martinelli di Roma 2