FOCUS TC - I tre allenatori rivelazione di questo inizio campionato

20.10.2020 15:00 di Gianmarco Minossi   Vedi letture
FOCUS TC - I tre allenatori rivelazione di questo inizio campionato
TMW/TuttoC.com
© foto di TuttoSalernitana.com

Premessa: fare bilanci ed emettere giudizi dopo appena cinque giornate di campionato (con la sesta alle porte) è decisamente prematuro, siano essi positivi o negativi. La redazione di TuttoC.com ha però voluto provare a stilare una Top 3 dei tecnici rivelazione che, secondo il suo personalissimo parere, si sono contraddistinti in positivo durante queste prime battute del torneo nonostante godessero forse inizialmente di poco credito, scegliendone uno per girone.

GIRONE A – A Grosseto, dove è ormai considerato un’istituzione, è riconosciuto come l’uomo dei miracoli e il positivo inizio di stagione non fa che confermare la bontà del lavoro svolto da due anni a questa parte: parliamo naturalmente di Lamberto Magrini, alla sua sesta esperienza sulla panchina biancorossa, che nel gennaio 2019 subentra a Sebastiano Miano alla guida del club maremmano in Eccellenza, compiendo il doppio salto fino alla Serie C, ottenuta l’anno scorso vincendo il Girone E di Serie D. Il quarto posto attuale a tre punti di distanza dalla capolista Renate certifica la continuità di rendimento che la squadra continua a sfoggiare sotto la sua gestione e grazie alla quale potrà forse ambire a tornare in categorie che le competono.

GIRONE B – Ci sono favole fatte apposta per essere raccontate: quella di Gianluca Colavitto e del suo Matelica è una di queste. Dopo aver salvato ai play-out l'Avezzano dalla retrocessione in Eccellenza pochi mesi prima, il tecnico prende le redini della squadra matelicese ad ottobre 2019, quando si trova a ridosso della zona play-out di Serie D, lontana parente di quella che nella stagione precedente vinse la Coppa Italia di categoria e arrivò a tre punti dal vincitore Cesena. Una prima fase di assestamento condita da risultati altalenanti, ma poi i marchigiani cominciano ad inanellare una serie impressionanti di risultati utili consecutivi che li proiettano addirittura in testa alla classifica fino alla famosa interruzione dei campionati, con il conseguente raggiungimento della Serie C, dove il tecnico e la sua squadra, entrambi all’esordio nel calcio professionistico, continuano a stupire. Con le vittorie ottenute contro formazioni di alta classifica come Triestina, Feralpisalò e Modena, i biancorossi sono momentaneamente ad un solo punto dalla vetta occupata dal Sudtirol e si candidano come una potenziale mina vagante del girone.

GIRONE C – Per trovare il tecnico rivelazione del raggruppamento meridionale, non bisogna in realtà andare molto lontano da Matelica: basta scende di 160 chilometri e arrivare a Teramo, dove si trova forse la sorpresa più grande tra gli allenatori, che risponde al nome di Massimo Paci. Conosciuto per aver militato a lungo in Serie A da calciatore, il tecnico marchigiano conduce nel 2018 il Montegiorio alla sua prima e storica promozione in Serie D, torneo nel quale raggiunge contro ogni pronostico una tranquilla salvezza, per poi passare al Forlì, dove disputa un buona stagione, fino ad arrivare, quest’anno, alla meritata chiamata tra i professionisti: in quello che viene riconosciuto dalla maggioranza degli addetti ai lavori come il più difficile dei tre gironi e nel quale spiccano nobili decadute come Bari, Palermo, Catania, Foggia, Avellino e Catanzaro, è il suo Teramo a prendersi giustamente le iniziali luci della ribalta, con il primo posto frutto di tre vittorie e due pareggi. Grazie ad un gioco propositivo e ad un entusiasmo ritrovato portati in dote dall’allenatore, la compagine abruzzese potrà recitare molto più di un ruolo da semplice outsider.