Ghirelli: "La vera riforma è quella dei settori giovanili e delle infrastrutture"

24.09.2022 18:40 di Giacomo Principato   vedi letture
Ghirelli: "La vera riforma è quella dei settori giovanili e delle infrastrutture"
TMW/TuttoC.com
© foto di Paolo Baratto/Grigionline.com

Francesco Ghirelli, presidente della Lega Pro, prende spunto dalla vittoria della Nazionale per parlare del calcio italiano e del suo stato: "Ieri sera, a Milano, Italia-Inghilterra 1-0, un buon risultato per una formazione nuova e dopo l’uscita dal mondiale in Qatar. I giovani calciatori italiani , ce ne sono pochi e nei club difficilmente giocano - scrive su Facebook il numero uno della Serie C -. Raspadori ieri non solo ha segnato un goal di pregevole raffinatezza tecnica ma in tutta la partita si vedeva, oso dire “si annusava” quanto fosse cresciuto negli ultimi mesi, si avvertiva che c’era in campo un calciatore vero. Cosa è successo ? Semplicemente ha giocato a Napoli in campionato e nelle competizioni europee. Altro esempio, Scamacca, si percepiva che avesse maggiore “intensità“, esprimeva una personalità forte (sempre avuta) che si sentiva meglio rispetto alle ultime partite in nazionale. Cosa è successo? Semplicemente sta facendo una esperienza “vera” nel campionato inglese. La vera riforma del calcio italiano è quella dei settori giovanili, infrastrutture materiali (centri sportivi) ed immateriali (formazione culturale, scuola, apprendistato, maestri-allenatori, fisioterapisti, psicologi ecc che lavorino con i giovani). Bisogna spostare intelligenze e risorse finanziarie per un progetto di medio tempo e poi ci vuole... coraggio da parte dei club, degli allenatori ecc. Ultimo, va cambiata politica dei prestiti, quest’ultima serve per far cassa (e non ne sono certo) raramente per far crescere talenti. Ora, sebbene con la giusta cautela, godiamoci la serata positiva di ieri sera".