Top & Flop di Triestina-Arzignano Valchiampo

05.10.2022 21:45 di Riccardo Quarti   vedi letture
il logo della Triestina
TMW/TuttoC.com
il logo della Triestina
© foto di Francesco Letizia

L'Arzignano Valchiampo espugna il "Nereo Rocco" eliminando al primo turno di Coppa Italia la più quotata Triestina, grazie al colpo di testa di Antoniazzi al 66'. Una sopresa ma non troppo in realtà, visto il modo con cui i veneti hanno approciato questa stagione. Al di là di tutto la partita é stata di alto livello e spettacolare, con continui tentativi sia una parte che dall'altra. Al 10' é subito prima grande occasione per la Triestina, ad un passo dal vantaggio grazie al sinistro di Minesso dai 20 metri, nel quale Saio é bravissimo a respingere prontamente. Al 18' prima vera opportunità pure per gli ospiti, non lontani dallo 0-1 attraverso la falcata di Tardivo che si conclude con un tiro finito sull'esterno della rete. Al 39' Adorante rischia di far saltare in aria il "Rocco": gran botta dalla distanza la sua con Saio ancora una volta superlativo a scaraventare in angolo il pallone. Nel secondo tempo s'incomincia con più calma, con l'equilibrio sempre a farla da padrone: inizia la fase contraddistinta da parecchi falli e continui cambi. Proprio uno di quest'ultimi é destinato a decidere e cambiare le sorti della gara. Al 21' fuori Tardivo, dentro Antoniazzi. Passano due minuti e l'Arzignano trova il colpo decisivo con il 20 gialloazzurro: Davi, dalla destra, piazza in mezzo all'area un gran pallone per il neo entrato, il quale con una decisa incornata di testa porta i propri compagni di squadra in vantaggio. Bonatti a questo punto si gioca la carta Ganz (fuori Adorante), e con il numero 9 la Triestina va più volte ad un passo dall'1-1, ma sia al 33' (tiro dalla destra, sul primo palo) che al 39' (colpo di testa dinanzi al portiere) tra il bomber dei friulani e la rete c'é Saio, straordinario in entrambi in casi. Saranno questi difatti le ultime due vere chance triestine; perché per il resto, gli ospiti gestiscono benissimo gli spazi non occorrendo più grossi rischi: al triplice fischio é 0-1 e l'Arzignano può festeggiare sia questa vittoria che il bell'avvio di stagione, con 0 sconfitte in 7 partite ufficiali. La Triestina é per il secondo anno di fila eliminata al primo turno, e forse in società bisognerebbe iniziare a porsi qualche domanda.

TOP

Pezzella (Triestina): Il centrocampista dei friulani questa sera ha giocato per tutti i 90', facendo girare molto bene la palla e creando spazi ed opportunità per i suoi compagni. Piuttosto solida e tenace la sua prestazione, poiché quando la Triestina é andata sotto, Pezzella ha cercato sino alla fine di trovare la soluzione giusta, peccato che davanti a lui non siano riusciti a finalizzare. SEMPRE UTILE ALLA CAUSA

Saio (Arzignano Valchiampo): Oltre agli ovvi meriti della squadra, dietro la vittoria dell'Arzignano c'é sicuramente il portiere 20enne: Spettacolari e decisive le sue respinte sui tentativi di Adorante e Ganz. Questo ragazzo merita assolutamente costanza di presenze e tanta fiducia perché di numeri ne ha tanti. PERENTORIO

FLOP

Le mancanze della Triestina: La squadra di Bonatta, ormai é un dato di fatto, sta deludendo. Troppi, i passi falsi in questo inizio di stagione, tra poca lucidità sottoporta e rendimento incostante lungo i novanta minuti. L'Unione non gioca affatto male, la qualità c'é, ma in ogni prestazione sin qui offerta sembri manchi un pezzo: il tecnico dovrà essere bravo a trovarlo per risolvere i problemi e spiccare il volo tanto atteso in campionato, ora che la Coppa Italia é già sfumata. SFUGGE QUALCOSA

Nessuno (Arzignano Valchiampo): Impossibile bocciare qualcuno nei veneti. Tutti si sono rivelati utili alla causa ed ognuno ha fatto il suo contribuendo a questo grande successo, frutto di una difesa attenta e di un attacco puntiglioso. Merito anche del tecnico Bianchini, che sta guidando una squadra neopromossa tra le top. Sarà curioso valutare se si arresterà o meno il bel momento vissuto dall'Arzignano Valchiampo, autore di un bel calcio. CHE BELLA SORPRESA