Top & Flop di Viterbese-Turris

15.09.2021 20:10 di Valentino Bonetti   vedi letture
Murilo (TOP Viterbese)
TMW/TuttoC.com
Murilo (TOP Viterbese)
© foto di Federico Gaetano

Vittoria per 3-1 della Viterbese sulla Turris nella partita valevole per il secondo turno di Coppa Italia Serie C giocata alle ore 18 allo stadio “Enrico Rocchi” di viterbo. La squadra di Dal Canto si riscatta dopo il 3-2 di Olbia di domenica scorsa in campionato ed accede così agli ottavi di finale. Buona prova anche della Turris, che però ha pagato un primo tempo non all'altezza della ripresa.

Come ci si aspettava i due tecnici danno spazio a chi ha giocato di meno, Dal Canto cambia anche il modulo rispetto a domenica e passa dal 4-3-1-2 al 3-4-2-1 con Simonelli e Alberico a supporto dell'unica punta Capanni. In difesa gioca Junior Van der Velden. Caneo, invece, non rinuncia al 3-4-3 pur cambiando molti elementi. In attacco c'è una chance per Longo, supportato da Sartore e Leonetti sugli esterni. Al 13' arriva la prima occasione del match con il calcio di punizione di Foglia a scavalcare la barriera messo in angolo da Abagnale. Al 27' i padroni di casa si rendono nuovamente pericolosi: tacco di Simonelli per Ricchi, il cui destro finisce alto sopra la traversa. Forse poteva fare meglio il 20 in maglia nera. Un minuto più tardi è Calcagni a chiamare Abagnale alla deviazione in corner dopo uno-due con un compagno. Al 32' la squadra di Dal Canto passa meritatamente in vantaggio: Ricchi sfonda a sinistra e mette al centro, dove Simonelli insacca in scivolata a porta sguarnita. Passano due minuti ed arriva il raddoppio dei padroni di casa: corner battuto da sinistra a rientrare da Foglia e sfortunato colpo di testa di Longo, appostato sul primo palo, a mettere fuori causa Abagnale. Al 38' la Viterbese va vicinissima al tris: scatenato Simonelli a destra, tocco per Capanni il cui destro non inquadra lo specchio della porta. Passa un minuto e la squadra di Dal Canto centro anche il palo con Capanni, bravo a controllare palla al limite dell'area di rigore e a mirare sul palo lontano, ma il tiro centra in pieno il legno e ritorna in campo. Al 40' annullata una rete alla Turris dopo una grande azione di Sartore chiusa da un destro respinto da Bisogno per il tap-in di Longo, pescato però in posizione di offside. Al 44' altra occasione per la Viterbese, questa volta è Simonelli a provare il destro a giro con la palla che finisce fuori di poco. La ripresa si apre con un triplo cambio nella Turris: fuori Zanoni, Iglio e Palmucci, dentro Manzi, Esempio e Finardi. Proprio quest'ultimo trova immediatamente il gol con un piatto sotto la traversa su centro basso proveniente da destra. Il gol del 2-1 galvanizza la Turris, che va immediatamente vicina al pareggio con un destro di Sartore respinto da un attento Bisogno. Al 17' D'Ambrosio, già ammonito, stende Leonetti e prende il secondo giallo con la Viterbese costretta a giocare in inferiorità numerica il resto della partita. Al 30' la Viterbese va vicina al 3-1 con Capanni, bravo a vincere il duello fisico con il proprio marcatore e a presentarsi a tu per tu con Abagnale, ermetico nel chiuderlo in corner in uscita. Sul tiro dalla bandierina arriva però il gol che chiude la partita con il neo entrato Murilo, lesto a scaraventare in rete un pallone vagante in area di rigore.

Ecco top e flop della gara appena conclusa:

TOP:

Simonelli-Murilo (Viterbese): il primo è protagonista nel corso del primo tempo, nel quale segna anche il gol dell'1-0, con numerose iniziative degne di nota per poi spegnersi un po' alla distanza e venire sostituito proprio da Murillo, che in un amen mette in rete il gol della sicurezza da autentico rapace dell'area di rigore. DECISIVI

Sartore Dos Santos (Turris): sfrutta al meglio l'occasione concessagli da Caneo con una prestazione di spessore, impreziosita dall'azione personale che porta alla rete annullata a Longo al 40' del primo tempo. Finisce la benzina all'85' e lascia il posto a D'Oriano ma sicuramente la sua prova è stata positiva. INCISIVO

FLOP:

Dario D'Ambrosio (Viterbese): primo giallo evitabile e secondo pure, visto che sapeva di avere già la prima ammonizione sulla testa. Da capitano e giocatore esperto come lui ci si aspettava sicuramente maggiore attenzione, soprattutto in una gara che si era complicata dopo la rete del 2-1 firmata da Finardi in avvio di ripresa. BLACKOUT

Il primo tempo della Turris: 45 minuti da dimenticare per la squadra di Caneo, che inizia a giocare soltanto in avvio di ripresa, complici i cambi. Nella prima frazione di gioco, infatti, i corallini lasciano l'iniziativa sempre agli avversari e si vedono dalle parti di Bisogno soltanto in occasione del gol annullato a Longo. BELLI A META'