Feralpisalò, Pasini: "Dieci anni in continua crescita. Ora voglio la Serie B"

08.07.2019 11:00 di Dennis Magrì Twitter:    Vedi letture
© foto di Simone Venezia/Fotolive
Feralpisalò, Pasini: "Dieci anni in continua crescita. Ora voglio la Serie B"

Giuseppe Pasini, presidente della Feralpisalò, ripercorre i dieci anni dalla fondazione del club: "La società è sempre cresciuta - spiega a BresciaOggi - giocando per obiettivi ambiziosi. Nel 2009 tra i professionisti c’erano il Brescia in B, il Lumezzane in C1, noi e il Carpenedolo in C2. Adesso ad alto livello sono rimaste solo 2 società. E la nostra è l’unica di proprietà bresciana. Abbiamo accompagnato la graduale evoluzione cercando sempre di migliorare con uomini, professionalità e organizzazione. Chi mi ha entusiasmato di più? Quarenghi, Sella e Leonarduzzi sono stati i pilastri della cavalcata che ci ha condotto alla promozione in Lega Pro. Bracaletti ha avuto con noi una bella storia. Pinardi era un autentico leader. E come dimenticare Guerra? Per questa stagione ricorderei Vita, Scarsella (non capita spesso di avere un centrocampista capace di segnare 11 gol, senza battere i rigori) e Tirelli, che ha esordito all’età di 16 anni. Delusioni? Tarallo e Abbruscato, sia dal punto di vista sportivo che umano. E da Ferretti mi aspettavo di più perché in grado di fare la differenza".

Alla domanda se vuole davvero la Serie B, il numero uno dei gardesani risponde così: "La domanda contiene già la risposta. Nella stagione appena conclusa abbiamo perso una grande opportunità. Il Pordenone promosso non aveva un organico superiore al nostro".