Juve U23, Pecchia: "Premio che va ai miei. Marchi ha rotto equilibri"

16.02.2020 20:00 di Valeria Debbia Twitter:    Vedi letture
Fabio Pecchia
Fabio Pecchia

Impresa quest'oggi per la Juventus U23 che sotto di una rete in casa della capolista Monza è riuscita a ribaltare il risultato portando a casa una vittoria per 2-1 e diventando così la seconda squadra del girone capace di espugnare il 'Brianteo' dopo la Robur Siena: "Al di là del risultato che ci premia - ha evidenziato in sala stampa mister Fabio Pecchia, - è stata una partita molto aperta e bella, con continue situazioni di gioco che avrebbero potuto decidere la gara in un senso o nell'altro. La prima palla gol più importante l'abbiamo avuta noi eppure ci siamo ritrovati sotto. Il Monza avrebbe potuto anche raddoppiare, ma i miei sono rimasti in gara fino alla fine, soprattutto nel primo tempo mentre nella ripresa credo ci sarebbe potuto essere anche il pareggio per le situazioni che si sono create. Ma è un premio che va ai miei, visto che venivamo da un grande sforzo (la qualificazione in finale di Coppa, ndr) e ripetersi contro una squadra fortissima, che l'anno prossimo giocherà in Serie B per i piani alti, deve dare fiducia ai miei". L'ingresso di Marchi ha cambiato il volto dei bianconeri: "Ettore aveva fatto 120 minuti qualche giorno fa e sapevo che aveva voglia di giocare questa partita. Ma io devo gestire le risorse: alla fine comunque fa piacere che abbia rotto gli equilibri, dando qualità, andando a conquistare i rigori e dando alla squadra sicurezza e quella esperienza che in tanti momenti ci viene meno". Vendicato così il 4-1 subito all'andata, con una Juventus che si è dimostrata più matura: "Quella è stata una partita che non c'era mai stata. L'approccio dei miei era stato molto positivo, ma poi abbiamo pagato a caro prezzo due errori trovandoci con la partita chiusa già alla mezz'ora. E' chiaro che l'esperienza vissuta, le partite giocate, il maggior tempo passato insieme ci ha fatto crescere in consapevolezza e nei momenti di difficoltà non ci siamo disuniti. Oggi abbiamo avuto anche un pizzico di fortuna che ci ha permesso di portarla a casa. Nella parte iniziale del campionato questo non riuscivamo a farlo".