Top & Flop di Alessandria-Carrarese

01.03.2021 20:10 di Fabrizio Pozzi   Vedi letture
Pisseri (Alessandria): TOP
TMW/TuttoC.com
Pisseri (Alessandria): TOP
© foto di Paolo Baratto/Grigionline.com

Il posticipo della 27^ giornata del campionato di serie C tra Alessandria e Carrarese si è chiuso sul punteggio di 1-0.

Formazioni condizionate dalle assenze, in particolare quella ospite con mister Baldini che non ha potuto schierare neppure Caccavallo. I padroni di casa partono forte e passano all’8’ grazie ad un rigore trasformato da Eusepi. Proteste degli ospiti sull’intervento di Ermacora su Arrighini che ha indotto il signor Natilla a decretare il penalty. La reazione della Carrarese è piuttosto timida e Pisseri è impegnato seriamente solo un paio di volte, da Piscopo al 19’ e da Marilungo al 39’.

Anche nella ripresa sono gli ospiti a spingere maggiormente ma con poca convinzione negli ultimi 25 metri. Al 73’, Pisseri è costretto ad un intervento di puro istinto per salvare su Marilungo. Gli ospiti insistono, ma la difesa di casa, ben condotta da Di Gennaro, esce indenne.

L’Alessandria quindi torna alla vittoria dopo cinque turni, pur senza convincere particolarmente, ma dimostrando almeno capacità di soffrire. Recrimina, invece, la Carrarese di mister Baldini che si ritrova addirittura fuori dalla zona playoff.

Questi i nostri Top & Flop

TOP

Pisseri (Alessandria): i grigi capitalizzano al meglio il rigore trasformato da Eusepi grazie ad alcuni interventi determinanti del proprio portiere il quale non è certo nuovo a prodezze del genere. COME AL SOLITO...

Marilungo (Carrarese): è il più vivace dell’attacco marmifero ed impegna severamente Pisseri. Prova a risolvere i giochi con azioni personali oppure dialogando con i compagni di reparto, ma rimane a secco. BRIOSO

FLOP

Celia (Alessandria): il giocatore è alla ricerca della migliore condizione dopo essere guarito dal Covid, e si vede. Dalla sua parte la spinta è carente e Giudici riesce a dominare il duello sulla corsia. CONVALESCENTE

Ermacora (Carrarese): in occasione del calcio di rigore commette l’errore più grave quando si fa rubare la sfera da Arrighini. In generale, comunque, il difensore patisce l’attaccante dei grigi, al punto che è costretto a spendere il giallo per evitare la sua ripartenza. IMPRECISO