Top & Flop di Pontedera-Monza

15.12.2019 20:55 di Stefano Scarpetti   Vedi letture
Caponi Top Pontedera
Caponi Top Pontedera

Si è concluso il big-match della 19^ giornata di andata del girone A di serie C giocato al "Mannucci" fra Pontedera e Monza: 2-2 il finale: risultato che fotografa l'andamento della contesa, con i brianzoli capaci di portarsi in vantaggio per due volte, ma facendosi raggiungere dai padroni di casa che colgono un punto di grande qualità, salvando anche l'imbattibilità interna e mantenendo il secondo posto a dieci lunghezze dalla corazzata biancorossa. l'approccio della capolista è devastante, al 9' ci prova da sinistra Chiricò con palla deviata da Mazzini in angolo. Poco dopo il portiere di casa si oppone alla conclusione di Rigoni ma si fa sorprendere sul suo palo al sinistro velenoso su punizione di D'Errico al 16'. Chi si aspetta una cavalcata del Monza si sbaglia, il Pontedera comincia a macinare gioco trovando combinazioni soprattutto sulla corsia destra dove De Cenco si propone spesso aiutando la manovra offensiva, i brianzoli ripartono non trovando però spazi per poter far male anche grazie alla formazione di Ivan Maraia di essere compatto non concedendo mai la profondità agli avversari. Nella ripresa i padroni di casa escono molto convinti dai blocchi, anche se la prima occasione è della formazione di Brocchi, Iocolano se ne va sulla sinistra esplode il tiro disinnescato da Mazzini. Cresce la formazione toscana fino al pareggio che arriva alla metà della ripresa: Caponi la scodella in area trovando la deviazione vincente con un perfetto terzo tempo aereo di De Cenco che non lascia scampo a Lamanna. A questo punto il Pontedera ci crede, ma gli ospiti tornano avanti al 33' per effetto di una percussione di D'Errico, il suo sinistro viene respinto centralmente da Mazzini, si avventa come un Falco Finotto che di testa mette in rete. Sembra il colpo del Ko ma il Pontedera non la pensa così, e al 90' arriva il nuovo pareggio con Risaliti bravo ad arrivare a rimorchio sull'assist di Calcagni. Vediamo i migliori e i peggiori del match:

TOP

Caponi (Pontedera): festeggia le 200 presenze in maglia granata, che il numero 8 sente come una seconda pelle addosso. Soprattutto nella ripresa prende per mano la squadra, unisce la quantià alla qualità disegnando un assist al  bacio a trovare la deviazione vincente di De Cenco per il primo vantaggio del Pontedera, simbolo di una squadra che fornisce una prestazione sontusa. CAPITANO CORAGGIOSO

Chiricò (Monza): mette sovente in difficoltà gli avversari nella prima parte della gara, con la qualità e la rapidità di cui dispone crea molti grattacapi alla retroguardia del Pontedera, entra in tutte le azioni della formazione brianzola mettendo la ciliegina sulla torta con la punizione del momentaneo vantaggio con un sinistro velenoso. IMPRENDIBILE

FLOP

Nessuno nel Pontedera: una impresa quella compitua dalla formazione di Ivan Maraia, capace di rimontare per ben due volte il Monza, nessuno era riuscito a fare questo finora in campionato, mettendo a tratti alla frusta la corazzata di Brocchi. Tutti si sono espressi a livelli altissimi rispondendo con un livello di intensità incredibile, portando a casa un punto meritato. CUORE OLTRE L'OSTACOLO

Brighenti (Monza): il bomber brianzolo fatica a rendersi pericoloso anche quando la capolista mette in mostra tutto il proprio straordinario potenziale offensivo, guadagna qualche punizione ma nell'area avversaria viene tenuto a bada dai centrali avversari che non gli consentono mai conclusioni "pulite" in area di rigore. INCONCLUDENTE