Top & Flop di Carpi-Arezzo

18.10.2020 17:20 di Giuseppe Lenoci   Vedi letture
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Top & Flop di Carpi-Arezzo

Si è conclusa la sfida tra Carpi e Arezzo, valevole per la quinta giornata di campionato. Netta affermazione dei padroni di casa che hanno avuto la meglio sugli avversari per 4-1. Emiliani che salgono a quota 10 punti in campionato, in piena zona Play-off mentre l'Arezzo resta ancorato all'ultimo posto in classifica con un solo punto raccolto.

Inizio positivo per i toscani che passano nella prima occasione utile: Mosti crossa al centro e Bortoletti non può fare altro che siglare il gol del momentaneo vantaggio. Il sorriso degli amaranto si spegne poco dopo: Bonaccorsi commette una clamorosa ingenuità su Biasci da ultimo uomo e l'arbitro non può fare altro che espellerlo. Al 21' calcio di rigore per il Carpi, realizzato da Biasci.

Nella seconda frazione, Carpi a trazione offensiva ed è ancora un'inigenuità, questa volta di Nader, a costringere l'arbitro a fischiare il secondo rigore della partita. Biasci è freddo e realizza la doppietta personale. Gli amaranto hanno poca forza per reagire e, a pochi minuti dal termine della sfida, la squadra biancorossa dilaga prima con la rete di Bellini e poi con il sigillo finale di Ferretti. 

TOP:

Biasci (Carpi): sua la doppietta su calcio di rigore che indirizza la sfida in senso positivo per i suoi. Sempre attivo in attacco, fa lavoro sporco per liberare i propri compagni, portando a spasso la difesa ospite. FONDAMENTALE

Cutolo (Arezzo): l'esperto attaccante è costretto per oltre 70 minuti a fare reparto da solo e la sua esperienza lo aiuta a non scoraggiarsi e a darsi da fare per impensierire la difesa biancorossa nelle pochissime azioni di rimessa. SICUREZZA

FLOP:

Nessuno nel Carpi. La squadra gira bene ed è favorita dalla superiorità numerica. Nulle le occasioni subite, ad esclusione del gol iniziale.

Bonaccorsi (Arezzo): è il maggior responsabile della rimonta del Carpi. Un fallo ingenuo, dopo aver perso Biasci, che costa il rosso e l'inferiorità numerica per i suoi compagni per oltre 80 minuti. DISTRATTO

Rivivi il LIVE MATCH della sfida!