Top & Flop di Rimini-Cesena

20.10.2019 18:27 di Stefano Scarpetti   Vedi letture
Giraudo TOP Cesena
© foto di Federico Gaetano
Giraudo TOP Cesena

Si è concluso il sentito derby giocato allo stadio "Romeo Neri" fra Rimini e Cesena, valido per la 10^ giornata del girone B di serie C: 1-1 il punteggio al termine dei 90 minuti. Un risultato che lascia in alterata la situazione delle due squadre, entrambe nella parte bassa della classifica. Anche oggi biancorossi e bianconeri hanno palesato difficoltà durante l'arco dei 90', ad un primo tempo vibrante ha corrisposto una ripresa priva di grosse emozioni con la formazione di Modesto incapace di sfruttare la superiorità numerica. In cronaca, dopo una prima fase di equilibrio gli ospiti prendono il comando della operazioni: al 17' cross di Giraudo a cercare la deviazione aerea di Arlotti Scotti vola in tuffo e devia alla sua sinistra. Al 27' quella che potrebbe essere la svolta del confronto, Butic pesca l'inserimento di Giraudo il quale entra in area, viene strattonato da Scappi: per l'arbitro rigore e conseguente espulsione. Dagli undici metri trasforma il numero 9 ospite con un sinistro chirurgico vanificando il tuffo del portiere avversario, poco dopo è De Feudis ad andare vicino al raddoppio, il suo destro sugli sviluppi di un angolo si perde a lato. Il Rimini ha il carattere per reagire, Arlotti si mette in proprio va via a Ricci entra in area, scarica un destro imparabile per Agliardi. Nella ripresa il Cesena si getta in avanti, ma si rende pericoloso solo al 9' con un destro a giro di Franco alto di poco, la truppa di Cioffi ha il merito di non limitarsi solo a difendersi: prima Gerardi al 25' e poi Ventola spaventano la retroguardia avversaria. Vediamo adesso i migliori e i peggiori della gara

TOP

Arlotti (Rimini): prende per mano la sua squadra nel momento di maggior difficoltà dei biancorossi, subito dopo l'espulsione. Firma un gol di pregevole fattura prendendo palla, superando gli avversari e sparando un diagonale imparabile per Agliardi. La rete da coraggio ai compagni, permettendo di chiudere il primo tempo in parità. Garantisce il suo contributo anche in fase di non possesso quando i bianconeri spingono con maggior spinta e determinazione. CORAGGIOSO

Giraudo (Cesena): una autentica spina nel fianco nella difesa biancorossa, soprattutto nel primo tempo mette in difficoltà con il suo costante movimento la retroguardia del Rimini, da un suo cross nasce l'occasione per Borello mentre è decisivo al 27', quando un suo inserimento senza palla procura il rigore e la conseguente espulsione combinata a Scappi. DINAMICO

FLOP

Scappi (Rimini): si mostra costantemente in difficoltà sulle percussioni centrali degli avversari, si fa sorprendere dalla velocità di Giraudo nella circostanza del rigore strattonando l'avversario, lasciando i compagni in dieci per oltre un ora obbigandoli ad una partita di grande sacrificio. INGENUO

Il secondo tempo del Cesena: i bianconeri hanno mostrato tutte le proprie difficoltà attuali, in superiorità numerica non si sono mai resi pericolosi limitandosi ad un lungo quanto infruttuoso, anzi rischiando nel finale di subire una sconfitta che avrebbe avuto conseguenze non facilmente pronosticabili. CONVALESCENTI