FOCUS TC - Serie C, 18^ giornata: la Top 11 del Girone C

Modulo 3-3-4
12.01.2021 07:00 di Francesco Marra Cutrupi   Vedi letture
FOCUS TC - Serie C, 18^ giornata: la Top 11 del Girone C
TMW/TuttoC.com
© foto di Andrea Rosito

Prima giornata di Serie C del 2021. Nel girone C, si ricomincia da dove si era lasciato, la Ternana capolista vince ancora sul Monopoli e complice il pareggio del Bari con la Turris vola a più otto sui galletti; l’Avellino stecca contro il Teramo per 1-1 e il Palermo continua la striscia di risultati utili consecutivi vincendo contro la Cavese allo scadere; standing ovation di giornata per la Casertana che, dopo il furto negli spogliatoi nella notte tra sabato e domenica si fa beffe del Catania e vince per 3-2; rinviato per nebbia il match tra Catanzaro e Viterbese: si ripartirà dal 51esimo minuto. In coda, continua il momento positivo del Potenza che vince per 1-0 sulla Paganese e ottiene la seconda vittoria consecutiva; mentre il Bisceglie pareggia per 1-1 sul campo della Vibonese. Questi i migliori undici della diciottesima giornata del girone C: 


PORTIERE

Michele Avella (Casertana): i suoi ottengono i tre punti, tra mille difficoltà. Sul punteggio di 3-1, neutralizza il rigore di Sarao e salva la Casertana. Il classe 2000 si continua a dimostrare uno dei migliori portieri in circolazione. 

DIFENSORI 

Marino Defendi (Ternana): un gol che vale tre punti. Fondamentale l’apporto del capitano delle fere che ritorna dal primo minuto dopo l’infortunio e mette la firma sulla vittoria che vale l’allungo, forse decisivo, della Ternana sul Bari. Capitano e trascinatore. 

Luigi Carillo (Casertana): quarto goal in stagione, mica male per uno che di mestiere fa il centrale di difesa. Si dimostra ancora una volta abile in fase realizzativa e sicuro di se a livello difensivo. Una sicurezza su più fronti per mister Guidi. 

Salim Diakite (Teramo): le voci di un’imminente passaggio al Sassuolo non lo spaventano ne distraggono, continua con le sue ottime prestazioni a livello difensivo. Grandi capacità di lettura, solita ottima fisicità. 

CENTROCAMPISTI 

Manuel Ricci (Potenza): nel momento decisivo i suoi si affidano al proprio numero 10. Lui non tradisce e sigla il goal che vale i tre punti e la seconda vittoria consecutiva per i lucani che provano a risalire la china. Goal da vero rapinatore d’area. 

Sonny D’Angelo (Avellino): ci pensa sempre il centrocampista dei lupi campani a salvare capra e cavoli. Di rigore questa volta agguanta il pari che significa al momento terzo posto in solitaria a meno 7 dal Bari. Quinto goal in stagione, al momento è l’uomo in più degli irpini. 

Luca Berardocco (Juve Stabia): il centrocampista delle vespe è glaciale dal dischetto e firma la prima rete in stagione. Un punto che sta stretto ai gialloblu che si fanno raggiungere e pochi minuti dalla fine. Il mediano dei campani continua però a far bene. 

ATTACCANTI 

Daniele Vantaggiato (Ternana): anche in questo caso, le voci che lo vedrebbero lontano da Terni non lo distraggono. Sigla il rigore che vale il vantaggio delle vere, esperienza e tanto altro a servizio di un gruppo che vola verso la promozione a più otto sul Bari secondo. 

Vincenzo Plescia (Vibonese): segna ancora l’attaccante dei calabresi e sigla la rete numero 7 in stagione. Continua il suo momento positivo, ha già superato il record di goal in carriera in una stagione e ottiene un punto fondamentale per la salvezza dei rossoblu. 

Luca Giannone (Turris): continua a sorprendere la compagine di Torre Del Greco. Pari sul terreno ostico del San Nicola di Bari. Seconda rete consecutiva per lui, vero e proprio trascinatore di questo corallino che sta diventando un vero e proprio gioiellino. 

Nicola Rauti (Palermo): l’attaccante dei rosanero fa il colpo grosso al Simonetta Lamberti di Cava de Tirreni. Entra a gara in corso e sigla la rete che vale la vittoria per i suoi in trasferta e il quarto risultato utile  consecutivo. Siciliani in risalita. 

ALLENATORE 

Eziolino Capuano (Potenza): i lucani firmano la seconda vittoria consecutiva contro una diretta concorrente alla salvezza come la Paganese e si tirano fuori momentaneamente dalla zona retrocessione, scollinando quota 16. L’istrionico mister è principale fautore di questo momento positivo, non ha mai mollato di un centimetro credendo sempre nelle potenzialità del suo gruppo che vengono piano a piano fuori.