FOCUS TC - Serie C, 4^ giornata: la Top 11 del Girone C

Modulo: 3-3-4
17.09.2019 07:00 di Dario Lo Cascio Twitter:    Vedi letture
Mister Scienza
Mister Scienza

Si è conclusa nella serata di ieri la quarta giornata del Girone C di Serie C, con il posticipo tra Bari e Reggina terminato 1-1. Turno aperto dal tennistico 6-1 della Casertana sul Rieti di sabato. La Ternana va KO in casa 0-2 contro un ottimo Monopoli e così la nuova capolista è il Catanzaro, che piega 3-1 la Sicula Leonzio. Bene anche il Potenza, 0-3 a Bisceglie, e l'Avellino, 2-3 sul Picerno. Prima vittoria per il Terano, 2-0 sulla Cavese, sconfitta che costa la panchina a mister Moriero. La Vibonese fa suo il derby col Rende con un secco 3-0. Bene anche il Catania, 1-0 sulla Viterbese. Unico pareggio di giornata tra Paganese e Virtus Francavilla, 2-2 il finale.

Vediamo chi sono stati i giocatori migliori della quarta giornata del Girone C: 

PORTIERE

Raffaele Di Gennaro (Catanzaro): i giallorossi sono in vetta alla classifica e l'esperienza di Di Gennaro tra i pali è un fattore importante. Anche contro la Sicula Leonzio tiene inviolata la porta nel primo tempo ed evita che i bianconeri provino la rimonta, se non con la rete in pieno recupero nella quale risulta comunque incolpevole. 

DIFENSORI

Fabiano Parisi (Avellino): classe 2000 ma talento da vendere per il terzino degli irpini. La sua personalità è emblematica nel gol segnato, con un delizioso tocco sotto a scavalcare il portiere. 

Antonio Giosa (Potenza): altra prova eccellente per il difensore centrale del Potenza. Qualità, concretezza e, come se non bastasse, ancora un gol dopo quello segnato al Catania. 

Alex Redolfi (Vibonese): ottima la prova di tutti i rossoblu nel derby col Rende. Sugli scudi la gara di Redolfi che tiene compatta la linea arretrata con grandissima intelligenza. 

CENTROCAMPISTI

Francesco Scarpa (Paganese): craque a quarantanni. Entra nel secondo tempo e prende in mano la squadra, segnando una splendida doppietta che per poco non porta tre punti in casa campana. Si conferma comunque inesauribile. 

Francesco Bombagi (Teramo): i biancorossi tornano a sorridere e lo fanno anche e soprattutto grande all'ex Pordenone che al "Bonolis" firma il 2-0 con un gran gol e una prova di grande spessore. 

Theophilus Awua (Bari): arrivato nell'ultimo giorno di mercato, il giovane centrocampista, già in evidenza nella scorsa stagione con Rende, sta confermando tutte le sue doti. Anche contro la Reggina grande sostanza, pulizia e intelligenza nonostante la giovane età. 

ATTACCANTI

Manuel Fischnaller (Catanzaro): si conferma assolutamente esplosivo. Stavolta non segna ma è lui a provocare l'autorete di Megelaitis e poi serve a Kanoute la palla del terzo gol con un assist al bacio. 

Federico Vazquez (Virtus Francavilla): uno di quei centravanti ormai difficili da trovare. Vazquez fa praticamente reparto da solo, fa a sportellate con gli avversari, trova il primo gol del pareggio e poi, in pieno recupero, sigla quello del 2-2 definitivo ribattendo in porta con freddezza un calcio di rigore che lui stesso si era fatto respingere. 

Luigi Castaldo (Casertana): la tripletta contro il Rieti la dice lunga sulla voglia che ha questo giocatore. Castaldo è un attaccante di categoria superiore che sicuramente risulterà un fattore determinante nella stagione dei Falchetti. 

Simone Corazza (Reggina): terza rete consecutiva per l'ex Piacenza che si dimostra un questa fase un vero e proprio cecchino. In attesa di Denis, in casa amaranto si può di certo dormire sonni tranquilli, chi segna c'è, e si chiama Simone Corazza. 

ALLENATORE

Giuseppe Scienza (Monopoli): avremmo potuto inserire diversi elementi del Monopoli nella Top 11. La gara di Terni infatti ha senza ombra di dubbio cancellato il KO interno col Catanzaro, dimostrando che quella era stata solo una prova di "rodaggio" per il ritorno di mister Scienza sulla panchina biancoverde. Il tecnico è intervenuto dove doveva e al "Liberati" la banda pugliese ha suonato tutt'altra musica, giocando una partita pressoché perfetta in tutti i reparti. Una grande prova tattica da parte di mister Scienza di tutta la formazione del Gabbiano.