Reggina, si chiude l'era Praticò. Inizia quella di Luca Gallo

11.01.2019 07:00 di Dario Lo Cascio Twitter:    Vedi letture
© foto di Federico Gaetano/Tuttolegapro.com
Reggina, si chiude l'era Praticò. Inizia quella di Luca Gallo

Breve ma intensa e storicamente comunque molto importante per la storia della Reggina. Ieri, come previsto, il club amaranto è passato dalla famiglia Praticò al nuovo proprietario, l'imprenditore Luca Gallo. Una svolta che fa entrare la società calabrese in una nuova era, la terza in pochi anni. Nel 2015 infatti era finita quella di Lillo Foti, con quel club che non venne iscritto al campionato. Fu Mimmo Praticò quindi a guidare quell'estate la rinascita dei colori amaranto dai dilettanti. Un anno e poi il ritorno in C.

Pochi mesi fa però la proprietà ha pressoché gettato la spugna, il peso economico era troppo. Si vende. Ma la situazione si è complicata ulteriormente a dicembre. Ritardo nel pagamento degli stipendi, minacce di sciopero, questione Finworld che rischiava di affossare quanto di buono stava facendo la squadra, schizzata a suon di vittorie in zona playoff.

E' però arrivato Luca Gallo a togliere le castagne dal fuoco. Un'acquisizione avvenuta in tempi relativamente brevi, che ha ridato grandi certezze a Reggio Calabria e alla Reggina. E ora si sogna in grande perché la nuova proprietà vuole da subito puntare ai vertici della graduatoria. Arriveranno Doumbia e Baclet, è sfumato Paghera, ma il colpo del mercato è pronto: il direttore sportivo Massimo Taibi ha infatti proposto ad Alberto Aquilani un contratto biennale. 

Un giocatore che sarebbe un grande lusso per la Serie C e che accenderebbe oltremodo l'entusiasmo dell'ambiente, già comunque piuttosto carico dopo aver temuto addirittura per la conclusione della stagione.