Top & Flop di Catanzaro-Cavese

22.11.2020 18:05 di Francesco Marra Cutrupi   Vedi letture
Top & Flop di Catanzaro-Cavese
TMW/TuttoC.com
© foto di Andrea Rosito

Finisce così al Nicola Ceravolo: Catanzaro batte Cavese 2-1 e si isola al quarto posto in classifica con 19 punti, mentre i campani restano ultimi ad appena 5 punti e aggravano ancor di più la loro situazione. I giallorossi vincono grazie alle reti nella ripresa di Risolo e Di Piazza, a nulla vale il goal su rigore allo scadere di uno dei tanti ex del match Germinale. Parte subito forte il Catanzaro. Al quinto minuto una percussione centrale di Di Massimo porta l'attaccante giallorosso alla conclusione dal limite dell'area: il destro dell'attaccante giallorosso si stampa sulla traversa con Bisogno battuto, sugli sviluppi Garufo colpisce l'esterno della rete da posizione defilata; Garufo incontebile, riesce sempre a sfondare sulla destra trovando dei buoni cross in questa prima frazione di gioco. Ci prova anche la Cavese con Esposito che semina il panico tra i difensori giallorossi e calcia dal limite, Fazio si immola e respinge la conclusione; al minto 19 sempre pericoloso il Catanzaro, sull'out di destra scambio pregevole tra Verna e Garufo che porta al cross del primo: Casoli al volo colpisce male e la palla è parata facilmente da Bisogno; al minuto 30, pericolosa la Cavese, Russotto dai 30 metri cerca l'angolo giusto e il goal della domenica, ma Branduani è attento e respinge la conclusione in angolo; ancora pericoloso il Catanzaro: cambio gioco per Casoli che rientra e calcia col destro, la palla però viene svirgolata dall'esterno giallorosso e finisce lontana dalla porta di Bisogno. Termina in perfetta parità la prima frazione. Nel secondo tempo i giallorossi rientrano con un piglio completamente diverso; al 57esimo lancio lungo di Garufo per Di Massimo che mette giù e serve con uno scavetto Carlini in mezzo all'area, il trequartista giallorosso però impatta male il pallone; al minuto 63 però i giallorossi vanno in vantaggio: cross rasoterra di Casoli che viene respinto da Matino, la palla esce fuori dall'area piccola e intorno ai 25 metri Andrea Risolo esplode un destro potentissimo che termina sotto l'incrocio e Catanzaro in vantaggio; girandola di cambi nelle due squadre e la Cavese prova timidamente a cercare la via della rete; al minuto 84 l'occasione dei campani per riaprirla, cross di Tazza e Russotto di testa impatta altissimo e la palla termina di poco alta a Branduani immobile e praticamente battuto; un minuto dopo però i giallorossi raddoppiano e chiudono virtualmente il match: contropiede fulminante dei calabresi con Evans che fa 30 metri palla al piede e semina il panico nella difesa della Cavese, palla tra le linee per il neo entrato Di Piazza che deposita in rete il 2-0 con un preciso diagonale destro; la partita scorre verso la fine ma allo scadere un'ingenuità di Risolo in area di rigore costa caro alle aquile che si vedono fischiare contro un penalty: dal dischetto Germinale è perfetto e trafigge Branduani spiazzandolo; sul gong il Catanzaro potrebbe sigillare il match sul 3-1: contropiede giallorosso, Evacuo di testa manda Di Piazza a tu per tu con Bisogno. Strepitoso l'intervento del portiere della Cavese che salva i suoi. Il match termina così, il Catanzaro raggiunge il quinto risultato utile consecuitivo e si candida a mina vagante del girone C. Questi i top e flop del match: 

TOP 

Garufo ( Catanzaro): gioca titolare al posto di Contessa e non lo fa per nulla rimpiangere, anzi. Il calciatore ex reggina corre sulla destra e si propone spesso, dando nella prima frazione una valida alternativa ai compagni. Un suo destro al volo termine sull'esterno della rete, va quindi anche vicino al goal. Dimostra maturità e sfrutta al meglio l'occasione datagli da Calabro. MATURO

Russotto (Cavese): da buon ex che si rispetti sente tantissimo il match e si mette in mostra al meglio. Semina spesso il panico nella difesa giallorossa e spesso si rende pericoloso andando alla conclusione impegnando Branduani nella prima frazione con un destro dai 30 metri. Ha sulla testa la palla del pari ma manda alto sulla traversa, non molla mai e cerca fino all'ultimo, invano, di raddrizzare il match. GUERRIERO

FLOP

Curiale (Catanzaro): altra prova opaca dell'attaccante giallorosso. Per la terza volta consecuitiva resta a secco di goal e di occasioni. Mai al centro del gioco e mai pericoloso, da troppi punti di riferimento alla difesa ospite che lo bracca facilmente. Viene sostiuito da Evacuo a fine primo tempo cha tutt'altro impatto sulla partita. BOCCIATO

Cali di concentrazione (Cavese): non c'è un vero e proprio bocciato nei campani. La squadra di Maiuri, tiene botta al Catanzaro per larga parte del match ma si spegne in determinati momenti, causando dei blackout che causano danni imponderabili. Tanto da lavorare sotto questo aspetto per il neotecnico. DISATTENTI