Il fatto della settimana - Samb nel caos: Maxi & co. mettono la società con le spalle al muro. Aspettando la conferenza del patron Serafino

14.03.2021 00:00 di Marco Pieracci   Vedi letture
Il fatto della settimana - Samb nel caos: Maxi & co. mettono la società con le spalle al muro. Aspettando la conferenza del patron Serafino
TMW/TuttoC.com

Galeotta è stata la storia pubblicata su Instagram da Maxi Lopez nel quale l'esperto centravanti argentino, uomo copertina della campagna acquisti estiva del nuovo patron della Sambenedettese Domenico Serafino, è uscito allo scoperto criticando apertamente la società per la poca chiarezza nella gestione del club rossoblu: "Sono orgoglioso di essere il capitano della Samb e di un gruppo di calciatori che sta dimostrando l'attaccamento alla maglia con spirito di sacrificio e dedizione unica. Ma proprio in quanto capitano mi corre l'obbligo di evidenziare le difficoltà e la poca chiarezza che il club sta vivendo in questo momento e come tale situazione sia divenuta pesante. Faccio appello a tutti quelli che hanno a cuore la Samb affinché sostengano i ragazzi che stanno buttando il cuore oltre ogni ostacolo. Sempre forza Samb".  

Dichiarazioni di fronte alle quali la società ha sentito subito il bisogno di replicare attraverso le poche righe di un comunicato, per la verità piuttosto criptico, con cui esternava pubblicamente la volontà di chiarire col giocatore. Ora non è dato sapere se tale confronto ci sia già stato e cosa ne sia venuto fuori ma la situazione sembra abbastanza delicata come dimostra la presa di posizione ufficiale da parte dei calciatori e dello staff tecnico affidata a un comunicato diramato al termine dell'incontro con l'Associazione Italiana Calciatori per chiedere il pagamento delle ultime quattro mensilità. Ritardi che sembrerebbero legati a divergenze di vedute col socio forte Kim Dae Jung e che potrebbero avere conseguenze nefaste: dalla penalizzazione in classifica fino addirittura alla esclusione del campionato. Insomma, a San Benedetto del Tronto non tira una bella aria e in vista della imminente scadenza del 16 marzo si attende la conferenza fissata poche ore prima dallo stesso Serafino per capirne di più.