IL PROTAGONISTA DELLA SETTIMANA - LDL SCENDE IN CAMPO E SPEGNE LE CRITICHE

15.09.2019 00:00 di Marco Pieracci   Vedi letture
Luigi De Laurentiis
Luigi De Laurentiis

Si può vincere un campionato ed essere contestati, dopo appena tre giornate di quello successivo? Sì, è possibile se la piazza in questione si chiama Bari e le aspettative sono direttamente proporzionali alla passione della sua gente. Sei punti in tre partite, un avvio nemmeno così negativo trattandosi pur sempre di una neopromossa, ma lo scivolone in casa con la Viterbese ha scatenato il fuoco di fila di critiche nei confronti di Giovanni Cornacchini, allenatore che non è riuscito a far breccia nei cuori della sua tifoseria, nonostante la promozione in C. Che in fondo era quello che gli si chiedeva e ha ottenuto in scioltezza, ma senza mai convincere. Così, dopo il successo sul Rieti il presidente Luigi De Laurentiis è sceso in campo per prenderne le difese.

"La nostra dedizione è massima - ha detto il patron biancorosso - anche per rispondere ad una pressione folle della piazza; una piazza, e questo dispiace, che non ha nemmeno atteso la fine del mercato per muovere qualche pesante critica. E’ una pressione che ho percepito in prima persona, normale che l’abbia sentita e accusata anche la squadra. Non è pensabile esprimere giudizi sommari già alla prima partita. Ora nel mirino c’è il Mister, ma non posso accettare queste prese di posizioni. Dateci il tempo di lavorare, il tempo di performare. Siamo alla terza partita, è folle puntare il dito ora".

Ed in effetti il giudizio su Cornacchini non può che rimanere sospeso perchè, al netto della rosa iper competitiva che gli è stata messa a disposizione, è altrettanto vero anche che si tratta di un gruppo ricostruito ex novo che avrà bisogno di un po' di tempo per amalgamarsi. L'intervento di De Laurentiis è arrivato nel momento giusto per tranquillizzare l'ambiente e far capire che il tecnico gode della fiducia della società.

Parole che suonano come musica per il diretto interessato: "Fa piacere che il presidente dica questo - ha dichiarato - perchè ti dà forza. Sono contento. Questo periodo lo stiamo vivendo comunque bene. Quando vieni a Bari sai che ci sono delle pressioni, e quindi devi essere consapevole di ciò e forte per affrontare la situazione tranquillamente. Parto dal presupposto che bisogna cercare di fare il meglio possibile. Una volta che lo fai sei a posto con la tua coscienza. Ci vuole anche fortuna e pazienza. E' una squadra completamente nuova, bisogna lavorare in serenità per trovare la quadratura giusta. Una volta trovata le cose miglioreranno".