IL PROTAGONISTA DELLA SETTIMANA - VERBA VOLANT, SCRIPTA MANENT. LA GIRAVOLTA DI BOJINOV

16.02.2020 00:00 di Marco Pieracci   Vedi letture
Valeri Bojinov
© foto di Tommaso Sabino/TuttoLegaPro.com
Valeri Bojinov

Catania sì, anzi no. Si potrebbe riassumere così la lunga telenovela che ha visto come protagonista Valeri Bojinov: "So che il Catania non sta vivendo un momento felice ma a me le sfide piacciono. Ho 33 anni, sono integro, fisicamente sto bene e mi manca solo il ritmo partita. Sono entusiasta perché approdo in una città bellissima, un club storico e un tifo che galvanizza".

Parole che sembravano il preludio al passaggio in rossazzurro dell'esperto attaccante bulgaro che ad un portale del proprio paese ribadiva il concetto, sottolineando la centralità di Lucarelli nella sua scelta: "Vado a Catania. Ieri ho detto che avevo un accordo con Cristiano Lucarelli. È vero che ieri il Pescara ha mostrato un forte desiderio di avermi, ho parlato con il presidente e l'offerta finanziaria era quasi doppia. Non ho preso l'aereo questa mattina perché avevo bisogno di valutare appieno la situazione. Ho dato una parola a Lucarelli, per me è un idolo già da quando segnava goal su goal in Serie A. Con la mia esperienza voglio aiutare il club nel cercare di tornare in Serie B".

Ed invece Bojinov alla fine ha scelto proprio il Pescara, preferendo la vetrina della Serie B: "In Serie B c'è più visibilità, c'è una grande piazza con una grande tifoseria. Lo stesso vale per Catania, dove però hanno qualche problema finanziario: anche questo mi ha stoppato. Però devo dire che Lucarelli mi ha voluto fino alla fine, posso chiedergli scusa perché gli avevo dato la mia parola ma alla fine non si è fatta"

Scuse accolte dal tecnico degli etnei che in conferenza stampa ha commentato la vicenda in maniera diplomatica: "Bojinov? Stamattina alle 10:30 ho ancora ricevuto una sua chiamata.. Noi abbiamo fatto quello che potevamo fare. Non ci sono rimasto male, sono orgoglioso che ci abbia pensato fino alla fine".

L'agente del giocatore Jerry Palomba ha aggiunto poi ulteriori dettagli ai microfoni di TMW, chiosando così sull'intervista nella quale si dava per fatto il suo approdo in Sicilia: "Quella dichiarazione era una confidenza fatta ad un amico giornalista. Il dubbio del giornalista bulgaro era, con il dovuto rispetto per il Catania, sulla risposta positiva di Bojinov alla Serie C. È stato riportato un concetto in maniera impropria”.