La Serie C continua a sfornare giovani di talento. E qualche club inizia a muoversi già in ottica calciomercato

Nato (orgogliosamente) a Salerno nell'anno in cui l'OM vinse la Champions League. Vivo di Calcio(Mercato)
28.11.2020 00:30 di Nunzio Danilo Ferraioli Twitter:    Vedi letture
Nunzio Danilo Ferraioli
Nunzio Danilo Ferraioli
© foto di TC

Fermi tutti, iniziano le grandi manovre di mercato. Può sembrare una follia questa frase, anche in virtù del fatto che la sessione estiva si è conclusa meno di due mesi fa, ma vi posso assicurare che è così. Nonostante il periodo complesso causa Covid-19, nonostante le classifiche che faticano a delinearsi, qualche club di categoria superiore ha iniziato come suo solito a sbirciare in Serie C.
Al netto della solita retorica, infatti, la tanto bistrattata terza serie resta ancora un "locus amoenus" per chi ricerca quei giovani che abbiano un minimo di esperienza. 
E allora bando alle ciance ed iniziamo a parlare di qualche elemento che è finito nei radar di club di categoria superiore.

Partiamo dal girone A. Il primo nome da cerchiare in rosso è Mattia Morello. L'esterno offensivo classe '99 della Pergolettese sta disputando un'ottima stagione, e i cinque gol e tre assist collezionati in undici presenze ne sono una riprova. Il giovane di Treviglio, cresciuto proprio nel vivaio della "Pergo", è pronto al grande salto tanto che il Pisa lo avrebbe già monitorato in più di un'occasione. Se ne riparlerà a gennaio, naturalmente in ottica estate.

Altro girone, e altri elementi. In questo caso sono due i giovani finiti sui taccuini dei classici direttori attenti ed oculati. Il primo è Ludovico D'Orazio della Feralpisalò. L'esterno mancino classe 2000 sta trovando spazio in riva al Lago di Garda, e le due reti e due assist in dodici presenze sono un ottimo viatico in vista del prosieguo della stagione. Il cartellino del giovane di Sora, però, è di proprietà di "mamma Roma" che continua a seguirlo anche a distanza. E chissà che in estate non possa arrivare il salto in prestito in cadetteria

Stesso girone, ma ruolo differente visto che parliamo di una seconda punta. Romeo Giovannini del Carpi. Classe 2001 che si sta mettendo in mostra al primo anno tra i Pro dopo il prestito della scorsa stagione al Savona in Serie D. Tre gol in tredici presenze tra campionato e Coppa Italia, e un futuro che può continuare ad esser roseo. Su di lui, infatti, c'è l'interessamento della Virtus Entella che vorrebbe prelevarlo già a gennaio per poi lasciarlo alla corte di Pochesci in prestito fino a giugno. Anche questa una situazione da seguire con attenzione nelle prossime settimane.

E adesso ci spostiamo al sud. Quattro gol in dodici presenze per un classe '98 che sta trascinando una delle sorprese del girone C, ossia la Turris. Parliamo dell'esterno Luca Pandolfi. Il ragazzo nativo di Napoli, in quel di Torre del Greco ha trovato continuità e fiducia. Un paio di club di Serie B hanno iniziato ad apprezzarlo, e chissà che anche per lui durante la prossima estate non possa esserci il grande salto.

E menomale che ci sono club in Serie C che hanno deciso di puntare sui giovani. E non per i contributi federali, ma per quella parolina "meritocrazia", che troppo spesso in Italia viene dimenticata nei cassetti. E questi ragazzi, ve lo posso assicurare, ne sono una riprova.