INTERVISTA TC - Albertini: "Io mister Pergo? All'inizio solo per una volta"

11.12.2019 22:00 di Antonino Sergi   Vedi letture
INTERVISTA TC - Albertini: "Io mister Pergo? All'inizio solo per una volta"

Esattamente un mese fa, dopo la sconfitta esterna contro la Pianese arrivò l'esonero di Matteo Contini dalla panchina della Pergolettese. La società ha puntato su una figura interna, ovvero Fiorenzo Albertini che ha guidato la svolta con la conquista di dieci punti nelle ultime quattro sfide rilanciando la formazione lombarda. In esclusiva ai microfoni di TuttoC.com è intervenuto lo stesso tecnico della Pergolettese.

Cinque punti nelle prime quattordici partite, dieci nelle ultime quattro con lei in panchina. Qual è il segreto di questa inversione di rendimento?
"E' una domanda che si pongono un po' tutti, una serie di fattori hanno coinciso e hanno reso possibile questa trasformazione. Quando c'è l'esonero di un allenatore anche i giocatori si sentono maggiori responsabilità, ha fatto scattare delle motivazioni in più e i risultati che sono arrivati hanno completato questa trasformazione". 

Anche dal punto di vista realizzativo.
"Rispetto alla parte iniziale dove eravamo maggiormente predisposti a contenere l'avversario adesso abbiamo provato a giocarcela all'attacco. In queste ultime quattro partite non abbiamo trovato squadrette ma compagini con organici importanti come Alessandria, Albinoleffe e Pontedera".

Qual'è stata la partita della svolta tra queste quattro?
"La partita che ci ha dato il segnale è stata con l'Albinoleffe ma anche quella di domenica con l'Alessandria. E' stata importante anche la sfida con il Pontedera perché siamo stati bravi a riprenderla ma quella di domenica ci ha dato maggiori certezze".

E' stato importante avere calciatori di esperienza in rosa come Agnelli e Canini?
"Noi abbiamo la fortuna di avere giocatori che hanno fatto Serie A e Serie B come Belingheri, Agnelli, Canini ed il capitano Manzoni. Ci mettono il massimo impegno e sono un esempio per i compagni".

Si erano fatti i nomi di diversi allenatori per la panchina della Pergolettese, si aspettava dopo un mese di essere ancora in sella?
"Quando è successo e la società mi aveva chiesto di dare il mio contributo non c'era una scadenza temporale. Io ho affrontato partita dopo partita, poteva andar bene anche guidare la squadra soltanto per la prima gara. Mi hanno concesso anche la seconda anche per il rendimento che stiamo avendo".

Domenica un vero e proprio scontro diretto contro il Gozzano.
"Scontri diretti saranno un po' tutti, certo il Gozzano ha gli stessi punti nostri. Ragioniamo di partita in partita".

Chiudiamo con il campionato, tralasciando il Monza chi può far bene oltre i brianzoli?
"Il Monza farà un campionato a sé. Dietro di loro se la giocheranno diverse squadre, non ultima l'Alessandria. Io l'ho vista in campo ed hanno tutto per fare bene".