INTERVISTA TC - Orlandi: “Mercato con risorse limitate e trasferimenti mirati”

01.01.2021 08:30 di Raffaella Bon   Vedi letture
INTERVISTA TC - Orlandi: “Mercato con risorse limitate e trasferimenti mirati”
TMW/TuttoC.com
© foto di Image Sport

È iniziato il countdown per l’apertura della finestra invernale del calciomercato. Calciomercato che subirà le conseguenze della pandemia, ma che sarà comunque importante per tutte quelle squadre in corsa per un obiettivo definito. A TuttoC ne ha parlato Alessandro Orlandi, fondatore di Studio Assist & Partners


Il mercato sarà segnato dal momento economico legato alla pandemia: cosa succederà in Serie C?
“Senza dubbio questo triste 2020 ha portato parecchie problematiche al mondo dello sport e del calcio. Chiaramente la Serie C, tra le categorie professionistiche, è uno di quelle che ne sta risentendo maggiormente. Stadi vuoti, scarsa visibilità, settori giovanili fermi e non valorizzabili, insomma una serie di problematiche che non permetteranno di programmare il futuro in maniera chiara. Sarà un mercato con risorse limitate, pochi trasferimenti ma estremamente mirati. Si attiveranno solo le squadre che davvero hanno ambizioni o quelle estremamente in difficoltà”.

Prevede grossi spostamenti?
“Come dicevo prima, il classico mercato di riparazione, quest’anno sarà obbligatoriamente più oculato. Si attiveranno quelle che devono massimizzare il risultato o quelle che dovranno riparare un situazione infelice”. 

Quali squadre si rafforzeranno di più secondo lei? 
“Prevederlo nel dettaglio non è semplice, sicuramente le squadre che troviamo ai vertici dei tre gironi, hanno un denominatore comune: la pianificazione. Sono società con direttori sportivi che conoscono i giocatori e la categoria, che si sono mossi in anticipo e nel dettaglio. In alcuni casi sono stati bravissimi i tecnici a massimizzare la resa dei calciatori a disposizione, come ad esempio Aimo Diana con il suo Renate, mentre in altri casi avevano a disposizione già rose estremamente competitive, come a Terni o Bari”.

Cosa può dirci in merito ai vostri assistiti?
“Siamo molto contenti del rendimento. Da un punto di vista umano, ci riempe di gioia il ritorno in campo dopo l’operazione al cuore di Maritato, tra l’altro con rendimento e due reti all’attivo. Mentre ormai giocatori come Berardocco, Sbraga, Damonte e Silva sono certezze per la categoria. Da tenere d’occhio in prospettiva futura invece le prestazioni e la duttilità di Simonetti, classe 2001 del Piacenza ed ex Roma. Degni di nota anche i cinque gol all’attivo del centrocampista classe 95 del Matelica, Davide Balestrero, che si sta dimostrando un giocatore di grande rendimento in categoria”.