INTERVISTA TC - Varini: "Como, per la B fai attenzione alla Pro Vercelli"

18.02.2021 22:00 di Raffaella Bon   Vedi letture
INTERVISTA TC - Varini: "Como, per la B fai attenzione alla Pro Vercelli"
TMW/TuttoC.com
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport

L'esperto direttore sportivo Massimo Varini, intervistato da TuttoC.com, ha fatto il punto della situazione sul Girone A analizzando corsa al titolo, lotta salvezza e non solo.

Chi è l'antagonista del Como nella corsa alla Serie B?

“La squadra a cui deve fare veramente attenzione il Como è la Pro Vercelli, non il Renate. I piemontesi fanno un calcio diverso da tutti, nessuno gioca loro come loro in C. Hanno giocatori molto bravi, qualcuno presente già lo scorso anno, e un buon tecnico quale Modesto. Hanno entrambe un organico importante, se la giocheranno. Vedo il Como favorito per i sei punti di vantaggio, ma c'è ancora uno scontro diretto da giocare. Renate? Squadra quadrata, ma per quanto ho visto le più forti sono Como e Pro Vercelli”.

Nel prossimo turno il Como affronterà la Giana Erminio. Partita facile?

“Soltanto sulla carta. La Giana Erminio è una squadra forte, il Como deve dimostrare di esserlo adattandosi all'avversario e battendolo con la tecnica superiore. Il problema nell'affrontare le squadre in fondo alla classifica sta nel metterci la stessa cattiveria e grinta dell'avversario, stimoli che in genere arrivano contro avversari più quotati. Per dimostrare di essere forti e poter combattere per il titolo bisogna vincere questo tipo di partite. Il campionato si vince battendo le squadre inferiori, non solo con gli scontri diretti”.

Una squadra che la sta impressionando?

“La Pro Patria: sta facendo un campionato strepitoso. È una squadra organizzatissima con un allenatore presente lì da qualche anno”.

La lotta salvezza è tutta da decifrare...

“Le neopromosse devono fare attenzione al girone di ritorno, in quello d'andata sono spinte da motivazioni maggiori ed entusiasmo che nella seconda parte di stagione potrebbero venir meno. La lotta salvezza è ancora tutta aperta, vedo in grossa difficoltà soltanto la Lucchese: credo punterà ai playout”.

Lei ha già avuto Scazzola, un mister che da subentrato sta risollevando il Piacenza.

“Sta facendo bene, ha una squadra adatta a lui tra giovani e calciatori affamati. È costruita per le sue caratteristiche, riesce a tirare fuori il meglio da loro”.