Como, Banchini: "Per giocare alti e coi tempi giusti ci vogliono mesi"

19.08.2019 12:40 di Alessio Lamanna   Vedi letture
© foto di Armando Serpe
Como, Banchini: "Per giocare alti e coi tempi giusti ci vogliono mesi"

Il Como ha detto subito "addio" a ogni sogno di gloria in Coppa, dopo il ko di ieri sera sul campo del Renate (4-2). Una partita che ha fatto scattare numerosi campanelli d'allarme soprattutto sulla tenuta difensiva di una squadra che vuole giocare alta e aggressiva, ma che deve lavorare ancora parecchio e che attende anche un innesto, proprio là dietro. 

Nel postpartita mister Marco Banchini ha cercato di "interpretare i segnali ricevuti in maniera equilibrata", per citare le sue stesse parole. "Non eravamo dei fenomeni dopo il successo col Gozzano e non siamo scarsi adesso", ha detto il tecnico lariano. "Abbiamo fatto qualche esperimento per trovare nuovi equilibri, per esempio Bellemo insieme a Raggio, che ha giocato mezzala anche per vedere come stava dopo l’infortunio. Un esperimento riproponibile. Inoltre abbiamo provato Ganz e Peli. Comunque guardiamo più la prestazione che il risultato: nel primo tempo non è andata male, ma la linea difensiva è scappata troppo in ritardo quando i centrocampisti uscivano in pressione. Evidentemente il Renate ci ha visto domenica giocare alti e aggressivi. Facchin ha fatto 11 parate, sono troppe. Per giocare così alti e coi tempi giusti ci vogliono mesi. Mi dà fastidio prendere due gol su corner, sapevamo esattamente lo schema che avrebbero usato. Marano? Un semplice affaticamento, non l’abbiamo rischiato. Ganz e Gabrielloni in coppia? Si completano benissimo".