Como, niente rassegnazione: basterà vincere le partite da vincere

12.04.2021 12:30 di Alessio Lamanna   Vedi letture
Como, niente rassegnazione: basterà vincere le partite da vincere
TMW/TuttoC.com
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

I giudizi nel calcio, com'è noto, cambiano con la stessa velocità con cui cambiano le ombre. Così ecco che il Como, fino a ieri mattina favorito nella corsa alla vittoria del girone A, di colpo sembra aver perso terreno nei pronostici. Il tutto a causa del pareggio di ieri contro il Grosseto e della contemporanea vittoria dell'Alessandria a Sesto. Nella corsa c'è anche la Pro Vercelli, dimenticata da molti ma ancora assolutamente in gioco. 

Certo, i grigi piemontesi sono lanciatissimi: hanno rosicchiato al Como 8 punti nelle ultime cinque partite e mostrano una forza mentale notevole. Ecco perché anche molti addetti ai lavori puntano sul successo finale dei ragazzi di Longo, che tra l'altro hanno anche lo scontro diretto al Sinigaglia. Ma uno sguardo meno superficiale ci dice che il Como non ha alcun motivo di rassegnarsi. I lariani da qui alla fine giocheranno con: Olbia, Livorno, Alessandria e Novara. Il big match del 25 aprile sarà importante, ma la realtà è che Crescenzi e compagni potrebbero salire in B anche perdendo lo scontro diretto: basterebbe vincere le altre tre partite, contro avversarie alla portata. Insomma, se l'attuale capolista farà il suo dovere porterà a casa la promozione. Chiaramente ciò sarà possibile solo evitando passaggi a vuoto come quello di ieri: chi vuole vincere il campionato deve sbranare le partite, mica pensare a correre il meno possibile e a gestire il vantaggio. Se invece arrivasse un altro scivolone biancoblu, che si sommerebbe a quello di ieri, si spalancherebbero giustamente le porte all'Alessandria o, perché no, alla Pro Vercelli che non ha più scontri diretti.