E campo fu: il Novara pronto all'esordio in Serie C

14.09.2018 06:00 di Claudia Marrone Twitter:   articolo letto 933 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
E campo fu: il Novara pronto all'esordio in Serie C

Tra le grandi attese del prossimo campionato di Serie C c'è sicuramente il Novara, fresca di retrocessione dalla B, ma soprattutto ancora immersa nella querelle giudiziaria dovuto al mancato ripescaggio del club in Cadetteria, a seguito della sentenza del Collegio di Garanzia del CONI che ha confermato - al netto del voto contrario del presidente Frattini, messo in minoranza - la B a 19 squadre.
E' vero, unitamente a Catania e Pro Vercelli, i piemontesi hanno presentato il ricorso al TFN, che ha rinviato al 28 settembre l'udienza: chiaro però, che riavere la B senza passare dal campo sarà ostica, al massimo potrà esserci un risarcimento economico per il danno subito.

Testa quindi al campo, a una categoria che mancava agli azzurri dalla stagione 2014-2015, sufficientemente turbolenta nel suo complesso, con strascichi che si sono protratti poi proprio fino a questo anno. Al tempo il Novara fu penalizzato inizialmente con 8 punti per illeciti amministrativi, ma la sanzione fu ridotta poi a -3: penalità che permise alla squadra di raggiungere il primo posto della classifica e ottenere la promozione in B. C'è da ricordare che i numeri, comunque, parlarono a favore della formazione piemontese: miglior attacco, miglior difesa, maggior numero di partite vinte e vantaggi negli scontri diretti con tutte le squadre classificate dalla 2^ alla 6^ posizione.
Inizialmente, proprio per quella sanzione, il Novara non sarebbe potuto rientrare nella graduatoria delle ripescabili, ma mediante il ricorso presentato è riuscito ad annullare quella delibera, emanata dal Commissario Straordinario FIGC.

Oltre tutto questo, come detto, testa al campo, ma l'avversario all'esordio non sarà tra i più semplici. La truppa di mister Viali, indubbio esperto della categoria, se la vedrà con il Pontedera, sul terreno sintetico del "Mannucci", che, almeno sulla carta può favorire la formazione di casa, abituata al campo non in erba: ma le insidie non si nascondono solo nella costituzione del manto del rettangolo verde, bensì proprio nell'avversario, che si preannuncia agguerrito e smanioso di far bene davanti al proprio pubblico, dopo aver dato del filo da torcere, in Coppa Italia, alla Ternana. Club nella medesima situazione del Novara. Che vorrà iniziare al meglio: certo, in caso di k.o. non sarà comunque una tragedia, ma partire con il piede giusto è sicuramente un'altra storia.