Fiorenzuola, Tabbiani: "Punizione V. Verona? Difficile commentare certe cose"

25.02.2024 21:10 di Lorenzo Carini Twitter:    vedi letture
Fonte: inviato al "Pavesi"
Fiorenzuola, Tabbiani: "Punizione V. Verona? Difficile commentare certe cose"
TMW/TuttoC.com

Luca Tabbiani, allenatore del Fiorenzuola, è intervenuto in conferenza stampa al termine della partita pareggiata per 1-1 al "Pavesi" contro la Virtus Verona: "Abbiamo avuto tante occasioni per fare il gol del 2-0, poi nel secondo tempo abbiamo concesso qualcosa... Da gennaio stiamo facendo cose importanti e abbiamo forse ottenuto un po' meno di quanto avremmo meritato: dobbiamo essere contenti di quello che stiamo facendo e continuare a lavorare, nella speranza che alcune cose girino più dalla nostra parte rispetto a quanto sta succedendo adesso".

Il gol della Virtus Verona è arrivato da una punizione controversa...
"I miei ragazzi mi stanno dando soddisfazioni, questa prestazione dev'essere di buon auspicio: per fortuna alleno i giocatori e non altri... Ora avremo quattro partite complicate da affrontare come la gara odierna: dopo questi match molto impegnativi, potremo tracciare una linea e capire quale rush finale ci attenderà. Come il rigore a Legnago, ci sono situazioni che determinano le partite: bisogna avere la certezza quando si prendono certi provvedimenti. Ceter è stato ammonito e dopo un secondo ha fatto un altro fallo identico, ma non ha preso il secondo cartellino. Diventa difficile commentare certe cose: se la punizione fosse andata fuori non avrei detto niente, ma certi episodi cambiano le partite. Mi dispiace vedere vanificato in questo modo lo sforzo profuso dai miei ragazzi".

Un commento su D'Amico?
"Ci sta dando una grossa mano. Nel secondo tempo la Virtus Verona ha cambiato qualcosa e buttava la palla lunga, ma non abbiamo subito molto. D'Amico aiuta in entrambe le fasi come deve fare chi gioca nel suo ruolo, ma oltre a lui in tanto hanno lavorato bene. Sono contento, si fa fatica a trovare qualcosa di negativo: forse c'è chi è partito meno bene e si è ripreso nel corso della gara. E' chiaro che volevamo vincere: tredici punti in nove partite non sono pochi, se pensiamo di fare 40 punti nel girone di ritorno diventa un problema perché non abbiamo le forze per farlo. Dobbiamo rimanere lucidi, vivi e continuare a proporre prestazioni di questo genere".