Giana Erminio-Robur Siena, vietato sbagliare: le probabili formazioni

17.11.2019 13:10 di Niccolò Anfosso   Vedi letture
© foto di Francesco Moscatelli
Giana Erminio-Robur Siena, vietato sbagliare: le probabili formazioni

Da agosto ad oggi la musica non è cambiata per una Robur Siena che in casa fa troppa fatica a capitalizzare e alla minima sbavatura subisce goal. I numeri del Franchi parlano chiaro e non lasciano alibi: 4 sconfitte, 3 pareggi e 1 vittoria. Oggi D'Ambrosio e compagni, di scena allo Stadio Città di Gorgonzola contro la Giana Erminio, hanno l'occasione di ritrovare un successo che manca dal 23 ottobre (Pianese), motivo per cui serve dare una forte risposta per dare quella sterzata al proprio cammino che consentirebbe ai bianconeri di rimanere aggrappati al treno delle squadre che occupano i quartieri alti della classifica. Il ruolino di marcia in trasferta dei bianconeri è stato fino a questo momento perfetto e quasi inarrestabile. Solo il Renate è riuscito a fermare sul pari la Robur, che ha vinto su cinque campi diversi, compresa l'impresa di Monza.

La Giana occupa il penultimo posto in classifica e detiene il "triste" primato della peggior difesa del girone con 26 reti subite (2 in media a gara) e un attacco spuntato che non riesce a trovare la via della rete con continuità. Una stagione iniziata male che ha bisogno di una scintilla per far scattare il fuoco. La salvezza nell'anno dei 110 anni di storia (festeggiati questa settimana) sarebbe un grande traguardo, ma l'organico, composto da diversi giovani uniti a giocatori esperti che conoscono la categoria, ha bisogno di essere rimodulato nel mercato di riparazione: a tal proposito il presidente Bamonte si starebbe muovendo per centrare un paio di colpi di livello per la terza serie. Occorre cambiare però marcia sin da subito... prima che sia troppo tardi. 

QUI GIANA ERMINIO: Albè ritrova dopo tanto tempo Solerio e Duguet, mentre non figurano tra i convocati il portiere Tota, chiamato dalla Berretti, lo squalificato Nicola Madonna (tre turni di stop), il lungodegente ex Pisa Dario Maltese, il classe 1996 Marco Capano che è alle prese con una contrattura muscolare, e l’attaccante Bryan Gioè, che tanto bene ha fatto lo scorso anno in D con la Folgore Caratese, fermato dalla febbre. Sarà ancora 4-4-2, sistema di gioco che sembra aver portato maggiore equilibrio alla formazione guidata dal "Ferguson della Martesana". La retroguardia difensiva sarà la stessa vista a Vercelli, mentre qualche cambio potrebbe esserci a centrocampo: l’esterno ex Pro Sesto Duguet andrà a sostituire Capano sul settore di destra. In mezzo al campo spazio all'esperto Remedi, a cui spetta dettare i ritmi della manovra, con Piccoli pronto a fare la doppia fase; inamovibile capitan Pinto sul lato sinistro. Davanti in tre si giocano due posti: Mutton (seconda punta), Cortesi (attaccante centrale) e il "numero dieci" Fabio Perna, che può occupare il ruolo di terminale offensivo, ma si destreggia discretamente bene anche come spalla di un attaccante rapido che dà profondità alla manovra. Cortesi e Perna partono avanti nelle gerarchie e sono favoriti su Mutton per una maglia dal 1'.

QUI ROBUR SIENA: Dal Canto potrebbe apportare qualche accorgimento tattico, o negli interpreti, per favorire l’inserimento dal 1’ dell’uomo del momento: Gianluca D’Auria, autore di 3 reti di pregevole fattura tra campionato e coppa. “In settimana abbiamo provato qualcosa di diverso - ha spiegato il mister bianconero nella conferenza pre partita - insieme allo staff valuteremo fino a domenica diverse dinamiche e schiereremo in campo i giocatori che riterremo adatti al terreno di gioco che troveremo". Il campo pesante potrebbe infatti costringere il tecnico veneto a puntare su giocatori più strutturati fisicamente, preferendo dunque in quel caso la sostanza alla qualità. In caso contrario attenzione all’opzione “falso nueve”, con l’inserimento di D’Auria al fianco di Cesarini, che permetterebbe ai bianconeri di non dare punti di riferimento e offrire maggiore mobilità allargando la linea difensiva avversaria. “Se vogliamo tentare di stare tra le prime dobbiamo fare meglio, tramutando in gol le occasioni che produciamo": con questa frase il tecnico veneto pretende di spronare i suoi a mettere più cattiveria sotto porta, perché il Siena, specialmente in casa, crea tanto ma concretizza davvero poco. 

Nel ricordarvi che potrete seguire l'incontro tramite il nostro LIVE MATCH, vi proponiamo ora le probabili formazioni:

Giana Erminio (4-4-1-1): Marenco; Pirola, Gambaretti, Montesano, Perico; Duguet, Remedi, Piccoli, Pinto; Perna; Cortesi. A disp.: Leoni, Solerio, M'Zoughi, Sosio, Cazzago, Stanzione, Pedrini, Zulli, Serafini, Otelè, Fumagalli, Mutton. All. Cesare Albè.

Robur Siena (3-5-2): Confente; Buschiazzo, D'Ambrosio, Baroni; Oukhadda, Vassallo, Gerli, Serrotti, Migliorelli; Cesarini, Guidone. A disp.: Ferrari, Andreoli, Arrigoni, Da Silva, Guberti, Polidori, D’Auria, Lombardo, Ortolini, Panizzi, Romagnoli, Setola. All. Alessandro Dal Canto. 

Arbitro: Federico Longo della sezione di Paola (assistenti: Montagnani-Valletta).