Heller: "Pronti ad entrare nel Livorno, Rubino sarà il Ds"

19.10.2020 16:30 di Marco Pieracci   Vedi letture
Giorgio Heller
TMW/TuttoC.com
Giorgio Heller

“Siamo in attesa di questa scadenza, anche se il buon senso avrebbe dovuto consigliare al presidente Navarra di comunicarci prima la sua decisione senza tenere la tifoseria, la squadra e noi tutti, sulle spine. Le cose da fare sono tante e più passano i giorni, più ci rendiamo conto che c’è molto da fare per organizzare, riorganizzare, dare sicurezza ai giocatori”. Così Giorgio Heller, ex presidente del Trapani interessato all'acquisizione del Livorno, ha parlato ai microfoni di TeleCentro: "Noi viviamo questa situazione in tranquillità. Il presidente Navarra ha tutto il diritto di esercitare questa prelazione. Non capisco il senso, neanche strategico, di aspettare e tenere tutti in sospeso. Ognuno ha le sue modalità, ma non comprendo le sue strategie, neanche dal punto di vista imprenditoriale. Anticipare la decisione di qualche giorno ci avrebbe permesso di agire nel modo giusto. Viviamo questo momento con entusiasmo, qualora dovessimo essere noi ad entrare in questa grande, grandissima esperienza. Ma se Navarra vuole incrementare le sue quote, è nel diritto di farlo entro lunedì sera. Per noi entrare nel Livorno è un onore. Lo è per la squadra e per la città di Livorno".

"Siamo consapevoli delle responsabilità che avremo e di quanto sia importante la piazza. Ho la fortuna di rincontrare, in questa esperienza, una persona che stimo e che ritengo veramente una persona seria qual è Rubino, che verrà reintegrato. Con lui ho vissuto un’esperienza importante a Trapani. E’ rimasta, tra noi, una stima profonda. Faremo le nostre scelte consapevoli che stiamo entrando in un club importante che tuttavia non vogliamo sconvolgere. Abbiamo idea di prendere un difensore importante come Pagliarulo, attualmente svincolato, che dovrebbe dare garanzie al reparto arretrato. Poi faremo anche altri innesti”. Rubino sarà il nuovo direttore sportivo del Livorno, anche se chiaramente avremo rispetto di tutti, anche dello staff che troveremo".

"Con Cozzella parleremo. Mi piacerebbe incontrarlo il prima possibile per capire quali sono le sue intenzioni. Avrò la possibilità di conoscerlo e capire se può rientrare nel nostro progetto. Non è una decisione che posso prendere adesso perché non conosco direttamente la persona. Non abbiamo l’intenzione di venire a Livorno e fare i matti. Vogliamo riorganizzare il club, ma le decisioni vanno preso in sede. Solo dopo la scadenza del diritto in capo a Navarra saremo titolati ad acquistare le quote ed entrare nell’assetto societario. Dopo c’è l’aspetto delle norme statutarie con la riconvocazione da parte di Navarra di una nuova assemblea. Questo è previsto per il 23 ottobre. Se il presidente ha poi intenzione di dimettersi e nominare un nuovo consiglio d’amministrazione, questo faciliterebbe il nostro ingresso. Il Livorno calcio, per quanto ne so, ad oggi non ha fatto nessuna richiesta formale a Banca Cerea riguardo alla richiesta di fideiussione, o meglio Navarra era stato convocato a Verona, come di prassi, per mettere la firma sull’atto, ma è giunta alla banca una pec con cui l’attuale presidente del Livorno diceva alla banca di andare da lui a Ferentino”