Lecco, Malgrati: "Spero di poter tornare a scendere in campo"

30.03.2020 17:00 di Giacomo Principato   Vedi letture
© foto di Paolo Baratto/Grigionline.com
Lecco, Malgrati: "Spero di poter tornare a scendere in campo"

Andrea Malgrati, difensore del Lecco, in un'intervista concessa a Lecco Channel News ha parlato di come la squadra lombarda e i suoi giocatori stiano attraversando l'emergenza Coronavirus: "Siamo sempre in contatto con mister e preparatori, ci sentiamo tutti i giorni per capire che cosa possiamo o non possiamo fare. Cerchiamo di tenerci allenati il più possibile, facciamo esercizi anaerobici e di potenziamento nel poco spazio a disposizione, aiutano a mantenere un livello cardio abbastanza elevato. Videochiamate? Avremmo dovuto farle, ma non siamo riusciti a organizzarci. In ogni caso ci sentiamo tutti i giorni, anche per le stupidate".

L'ex giocatore del Renate parla dello stop dei campionati: "Pensavamo di poter continuare a giocare ancora un po', alla fine di febbraio. È scoppiato tutto in un attimo, ci siamo ritrovati catapultati in una realtà particolare ed è saltato tutto. Ho parlato con un rappresentante dell’Aic e mi è stato spiegato che, in caso di partite giocate a luglio, si farebbero delle deroghe per i contratti in scadenza a giugno. Si parlava di poter riprendere a maggio e finire a giugno giocando sempre, ma francamente la vedo dura. Spero di poter tornare a scendere in campo, è bellissimo farlo il casa propria, ma dipende dalla Federazione". Al centro dell'attenzione taglio degli stipendi e cassa integrazione: "La nostra realtà è completamente diversa dalla Serie A, penso che sarebbe un’ottima risposta perché in tanti vivono con stipendi normali in Serie C. Spero che i rappresentanti del nostro sindacati possano svolgere un lavoro importante in tutela dei diritti". Il calciatore chiude allontanando l'ipotesi di un ritiro al termine della stagione: "Ho la fortuna di star bene e sicuramente non smetterò quest’anno, perché sarebbe veramente brutto. Non so cosa succederà, mi siederò a parlare con la proprietà e valuteremo insieme il da farsi".