Top & Flop di Lecco-Carrarese

17.10.2020 18:55 di Valentino Bonetti   Vedi letture
Top & Flop di Lecco-Carrarese

Si è chiusa sul risultato di 0-0 la sfida tra Lecco e Carrarese, giocata alle 16 allo stadio “Rigamonti-Ceppi” e valevole per la quinta giornata del Girone A di Serie C. Padroni di casa senza Iocolano e ospiti con gli uomini contati nel reparto arretrato, i moduli però sono quelli consueti, 3-4-2-1 per D'Agostino e 4-2-3-1 per Baldini. Primo tempo giocato meglio dal Lecco, che però non riesce a concretizzare la supremazia territoriale e le occasioni da rete costruite nell'arco della prima frazione di gioco. Nel corso del primo tempo la Carrarese deve rinunciare ad Arensi Rota per infortunio, per lui sospetta frattura della tibia. Nella ripresa il leitmotiv della partita rimane lo stesso, ma al Lecco manca sempre la zampata decisiva e gli uomini di D'Agostino devono recriminare per aver mancato il gol vittoria in pieno recupero con il colpo di testa fuori da due passi del neo entrato Mastroianni, su assist di un altro subentrato, Kaprof. Il Lecco mantiene, almeno momentaneamente la testa della classifica con 11 punti, +2 sul Renate, mentre la Carrarese sale a quota 9.

Ecco top e flop della gara appena conclusa:

TOP:

La mentalità del Lecco: anche contro la Carrarese i nerazzurri prendono in mano la partita ed impongono il proprio gioco per gran parte della gara. Peccato che, soprattutto nel primo tempo, non riescano a concretizzare la superiorità e le occasioni create, altrimenti staremmo parlando della quarta vittoria in cinque partite. PROPOSITIVI

Stefano Mazzini (Carrarese): non compie interventi straordinari, ma mostra sempre grande sicurezza e sventa senza troppi fronzoli tutti i tentativi degli avanti avversari. Quando non sembra in grado di intervenire ci pensano i suoi compagni a sventare le minacce con interventi in extremis. Graziato da Mastroianni nel finale di gara. SICUREZZA

FLOP:

Doudou Mangni (Lecco): approccia molto bene la gara mettendo in mostra le consuete giocate alle quali siamo ormai abituati. Si spegne però con il passare dei minuti e si estranea dalla manovra nerazzurra. Esce al 64' senza aver lasciato il segno sulla partita come l'avvio di gara aveva fatto presagire. FUOCO DI PAGLIA

La manovra offensiva della Carrarese: anche quest'oggi la squadra di Baldini conferma i problemi offensivi manifestati nell'avvio di stagione. Le palle buone per Infantino sono ridotte all'osso ed i Marmiferi non si vedono praticamente mai dalle parti di Bertinato, il quale può trascorrere un pomeriggio di assoluta tranquillità. POLVERI BAGNATE