Top & Flop di Piacenza-Pro Sesto

17.10.2021 19:50 di Lorenzo Carini Twitter:    vedi letture
Top & Flop di Piacenza-Pro Sesto
© foto di Lorenzo Carini

Dopo due pareggi consecutivi, la Pro Sesto ottiene finalmente la sua prima vittoria stagionale nel campionato di Serie C: la truppa guidata da Simone Banchieri si è imposta al "Garilli" contro il Piacenza per 2-1 grazie alle reti segnate nella prima parte di gara da Capelli e Gattoni; a nulla è servito, per i padroni di casa, il tap-in di Codromaz da distanza ravvicinata nel corso del recupero della prima frazione. Grazie a questo successo, la Pro Sesto aggancia la Virtus Verona al penultimo posto della graduatoria del Girone A con sei punti; dall'altro lato, invece, il Piacenza rimane inchiodato a quota otto, scivolando nel pieno della zona Playout assieme (tra gli altri) ai vicini di casa del Fiorenzuola.

Sbloccato il match dopo dodici minuti approfittando di una incredibile incomprensione tra Codromaz e il portiere Stucchi, la Pro Sesto ha trovato il raddoppio poco meno di un quarto d'ora più tardi grazie ad un ottimo traversone di Capogna verso il centro dell'area di rigore letto con i tempi giusti da Gattoni. Quando tutto sembrava far pensare ad un intervallo con gli ospiti avanti di due reti, ecco però la marcatura di Codromaz al 2' di recupero: il difensore, nella circostanza, ha sfruttato nel migliore dei modi un cross operato da Giordano riuscendo a prendere il tempo a capitan Scapuzzi. Nel secondo tempo è il Piacenza a creare le migliori opportunità, ma il gol non arriva: al 60' De Grazia serve Gonzi che, di petto, da due passi, regala la sfera a Del Frate; con l'ingresso di Lamesta aumenta la freschezza nel reparto offensivo ma il team di Scazzola continua a non trovare la marcatura del pareggio. La chance più ghiotta è capitata a Dubickas che, al minuto 83, ha ricevuto palla da Armini ma, da posizione centrale e completamente indisturbato, ha mancato lo specchio della porta mandando il pallone alto sopra la traversa. Dopo sei minuti di recupero, l'arbitro Centi di Terni ha mandato le squadre negli spogliatoi: la Pro Sesto fa festa, il Piacenza esce dal campo a testa bassa "accompagnato" da qualche mugugno proveniente dagli spalti.

TOP
Roberto Codromaz (Piacenza)
: se non fosse stato espulso a 15' dalla fine in una situazione di punteggio sfavorevole, tra i top sarebbe stato inserito Cesarini per lo sforzo messo in campo. A prendere il suo posto è il difensore con la maglia numero 14 che, dopo un clamoroso errore in avvio di partita con un gol "regalato" agli avversari, ha saputo riscattarsi trovando la rete della speranza: purtroppo per lui non è servita ad operare la rimonta, ma è stato sicuramente un buon segnale. BRAVO A RIFARSI

L'atteggiamento della Pro Sesto: a secco di vittorie prima della gara odierna, la squadra lombarda se l'è giocata a viso aperto al "Garilli" dimostrando di avere tutte le carte in regola per la salvezza. Bravissimi a concretizzare le poche occasioni avute nel primo tempo, i ragazzi di Banchieri hanno mantenuto alta la concentrazione anche dopo la rete di Codromaz compiendo una grande gara anche sotto il profilo difensivo. E non era facile, visti i cartellini gialli sulle spalle di diversi componenti della retroguardia. BRAVI

FLOP
L'incapacità di creare azioni pericolose (Piacenza)
: un buon lavoro sulle corsie esterne non può bastare a fare la differenza in una categoria come la Serie C. Quando si arriva nei pressi dell'area di rigore avversaria, è fondamentale riuscire quantomeno a creare problemi al portiere: la squadra di Scazzola, da questo punto di vista, ha mostrato ancora diverse lacune. Buon lavoro di Cesarini anche in fase di non possesso ("da rivedere" per l'espulsione a palla lontana) mentre Dubickas si è visto davvero poco. SERVE QUALCOSA IN PIU'

Nessuno nella Pro Sesto: serviva gettare il cuore oltre l'ostacolo per uscire da un momento di crisi nera... e la squadra ha risposto presente. Escludendo alcune sbavature, non sfruttate però a dovere dal Piacenza, Pecorini e compagni hanno disputato una partita al di sopra della sufficienza meritando i tre punti. Prima vittoria della stagione, ma ora arriva il Padova... RISCATTO