Top & Flop di Pistoiese-Monza

17.11.2019 17:05 di Francesco Ragosta   Vedi letture
TOP MONZA, Finotto
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
TOP MONZA, Finotto

Neanche una Pistoiese in gran forma riesce a fermare la corsa del Monza sempre più capolista del Girone A, la squadra di Brocchi sbanca il “Marcello Melani” vincendo 1-0 e portando a nove i punti di vantaggio sul Renate secondo fermato in casa dalla Pianese. Un successo meritato per i brianzoli (alla settima vittoria in otto partite in trasferta) che prima di trovare la rete a poco più di dieci minuti dalla fine hanno creato tante altre occasioni per segnare trovando Pisseri, portiere dei toscani strepitoso autore di almeno cinque grandi interventi.

L’inizio è tutto di marca brianzola: tra il 16’ e il 18’ sono ben tre le chance da gol per gli ospiti, sulla prima è il palo a dire no alla conclusione da fuori di Lepore mentre poco dopo diventa protagonista il portiere Pisseri che respinge alla grande i tentativi di Gliozzi prima e D’Errico poi. Con il passare dei minuti la Pistoiese cresce, ma è sempre il Monza ad avere altre chance per segnare con Gliozzi che spreca calciando alto da ottima posizione i cross di Lepore. Negli arancioni a mettersi in evidenza è il 17enne Tempesti all’esordio da titolare in Serie C che al 37’ con un tiro-cross innesca Gucci il suo colpo di testa finisce alto. Al 40’ torna ad esaltarsi Pisseri che vola a dire no a Iocolano chiudendo così inviolata la propria porta nel primo tempo. Anche la ripresa inizia con il Monza che prova a comandare, ma i padroni di casa sono più pronti a a rispondere colpo su colpo e trascinati da un grande Tempesti vanno vicini al vantaggio con il classe 2001 che colpisce una clamorosa traversa con un tiro dal limite dell’area. Brocchi prova a cambiare qualcosa all’ora di gioco cambiando l’attacco rimettendo i titolari Brighenti e Finotto tenuti fuori per i deludenti Gliozzi e Marchi. Ma è Anastasio anche lui subentrato nel secondo tempo a sfiorare il gol con un bolide da fuori area respinto con un altro super intervento da Pisseri. Proprio i tre cambi di Brocchi confezionano il gol del vantaggio degli ospiti: al 77’ cross di Anastasio sponda perfetta di Brighenti per Finotto che supera con un piattone preciso Pisseri che questa volta non può fare miracoli. La Pistoiese non ha più la forza per reagire e ci vuole un altro grande intervento di Pisseri per evitare il secondo gol del Monza su una punizione di Chiricò che era diretta all’incrocio dei pali. E’ una sconfitta che interrompe la striscia positiva di cinque risultati utili consecutivi con la classifica, ma che non deve intaccare il morale di una squadra uscita tra gli applausi del proprio pubblico. Ecco Top e Flop della gara.

TOP

Pisseri (Pistoiese): il palo lo salva sulla botta da fuori di Lepore, ma poi diventa Superman respingendo nel giro di un minuto il tiro ravvicinato di Gliozzi e la conclusione di D’Errico. Bravo anche a dire no sempre nel primo tempo a Iocolano. Nella ripresa si esalta respingendo un missile di Anastasio, è sempre attento nelle uscite sia alte che basse riuscendo così a disinnescare quasi tutti i cross degli avversari. Non può nulla sul gol di Finotto. PARA(QUASI)TUTTO

Finotto (Monza): Gli bastano diciannove minuti per trovare il quarto gol in stagione, una rete pesantissima che sblocca una partita molto complicata e regala tre punti pesantissimi. Tenerlo in panchina è un lusso anche per una squadra attrezzatissima come quella biancorossa. DECISIVO

FLOP

Gucci (Pistoiese): in una gara prettamente difensiva è quello più svantaggiato, gli arrivano davvero pochi palloni e fa davvero molto fatica a tenere su la squadra e nell’unica occasione che gli capita spara alto di traversa. In quel che dovrebbe essere un forcing nel finale dopo il gol subito non riesce mai a mettersi in evidenza. SACRIFICATO

Gliozzi (Monza): spreca malamente la chance che Brocchi gli concede da titolare, ha due buone occasioni per sbloccare il risultato, ma entrambe le volte le sue deviazioni finiscono alte senza inquadrare la porta. Il gol che gli servirebbe per sbloccarsi non arriva e dopo un’ora il tecnico lo richiama giustamente in panchina. EVANESCENTE