Cesena, Toscano: "Noi grande partita anche in 10, un po' meno la terna"

23.01.2023 11:10 di Valeria Debbia Twitter:    vedi letture
Domenico Toscano
TMW/TuttoC.com
Domenico Toscano
© foto di Andrea Rosito

Nonostante sia arrivato il settimo risultato utile di fila per il Cesena c'è poco da festeggiare: in casa contro la Fermana è infatti giunto un pari che allontana ulteriormente la Reggiana (ora a +7). In conferenza stampa mister Domenico Toscano - nonostante la delusione - sottolinea comunque la prestazione della sua squadra. “Secondo me ha fatto una grande partita sia in undici sia soprattutto in dieci, un po’ meno la terna arbitrale. Non mi piace mai parlarne ma oggi (ieri, ndr) forse era in una brutta giornata: il rigore di King era netto, non ho capito la doppia ammonizione di Ciofi e manca anche l’espulsione di Misuraca. Nonostante questo la squadra ha continuato a creare occasioni nitide per portare a casa una vittoria che meritava ampiamente. Abbiamo anche rischiato di prendere contropiedi perché in dieci portavamo tanti uomini nella metà campo avversaria, segno del coraggio che abbiamo messo per cercare la vittoria in tutti i modi. Non ce l’abbiamo fatta ma ora resettiamo e pensiamo alla prossima gara”.

Il tecnico individua il momento da 'sliding doors': “La partita si è decisa tra l’occasione sprecata da Shpendi e il loro gol rocambolesco che era senz’altro evitabile. In più è arrivata l’espulsione che rischiava di “ammazzare” la squadra, invece i ragazzi non hanno perso la testa e hanno continuato ad attaccare e a creare tanto, mettendo il cuore fino al 95°: questo lo ha capito anche il nostro pubblico che ha apprezzato la prestazione e alla fine ci ha applaudito”. 

Toscano guarda avanti: “Questo pareggio non cambia niente: dobbiamo capire perché, nonostante un’ottima prestazione, non siamo riusciti a cogliere i tre punti. Non è però una questione tattica: le occasioni clamorose create oggi non si contano ma bisogna migliorare i dettagli negli ultimi sedici metri, essere più freddi e più consapevoli delle nostre qualità”. Il tecnico ripete già da qualche settimana che lui e la squadra non vogliono rimpianti da qui a fine stagione: “Oggi però qualcuno lo abbiamo”.