FOCUS TC - Serie C, 28^ giornata: la Top 11 del Girone B

05.03.2021 06:30 di Sebastian Donzella Twitter:    Vedi letture
Mister Cornacchini
TMW/TuttoC.com
Mister Cornacchini
© foto di Nicola Ianuale/tuttoSALERNITANA.com

Il Padova batte all’ultimo secondo la Virtus Verona e allunga sul Perugia, bloccato sul pari dalla Sambenedettese, nell’ultimo turno del Girone B. Il Sudtirol cala il tris al Fano e supera proprio gli umbri al secondo posto. Bene il Modena che batte l’Imolese, un po’ meno la Triestina che si fa imporre il pari dal Gubbio. In zona playoff male Cesena e Feralpisalò, battute rispettivamente da Fermana e Vis Pesaro.  Il Matelica manda in crisi il Ravenna, con l’Arezzo che blocca sul pari il Mantova e si avvicina al penultimo posto occupato dai romagnoli. Piccolo passo, infine, del Legnago che fa 0-0 col Carpi. Di seguito la Top 11 dell’ultimo turno nel Girone B di Serie C.

PORTIERE

Semuel Pizzignacco (Legnago): mantiene la porta inviolata nella sfida salvezza contro il Carpi. Un pizzico di fortuna sul legno altrui aiuta un guardiapali audace, capace di ipnotizzare gli attaccanti avversari in almeno un paio di occasioni.

DIFENSORI

Manuel Ferrani (Vis Pesaro): prima marcatura stagionale per un centrale che si dimostra insuperabile contro la Feralpisalò. I gardesani provano a sfondare ma lui non molla e, quando decide di attaccare, il difensore mette pure la parola fine al match con la rete che lo chiude.

Antonio Pergreffi (Modena): i canarini prendono gol ma non per colpa sua. Al contrario lui, il gol, lo fa. Ennesimo colpo di testa stagionale vincente in area avversaria da parte di una delle torri più temute della categoria. 

Walter Lopez (Triestina): 35 anni e non sentirli. Trotta sulla corsia mancina con eleganza e incisività, spedendo una marea di palloni interessanti in area. Lì in mezzo, però, sono tutti a dieta: nessuno scarta i suoi cioccolatini.

Mattia Lombardo (Sambenedettese): uccella la corazzata Perugia direttamente su punizione, dimostrando di non aver dimenticato come si fa. E così arriva il primo gol in questa sua nuova avventura rossoblu.

CENTROCAMPISTI

Alessandro Di Paolantonio (Arezzo): se gli amaranto trovano la via del gol gran parte del merito è sua. Non solo perché è glaciale dal dischetto ma anche perché quel penalty nasce da una sua intuizione. Tanta solita geometria nel primo tempo, preferisce trincerarsi dietro nella ripresa. Anche quando non gira a mille è imprescindibile per questa squadra. 

Manuel Di Paola (Vis Pesaro): un incubo, sui calci da fermo, per la Feralpisalò. Non segna ma fa segnare, addirittura due volte. Le due reti biancorosse, infatti, partono dal suo piedino ben educato: un assist su punizione e uno su calcio d’angolo. Mica male.

Ronaldo (Padova): mai dare per vinti i biancoscudati. Con un Perugia sempre più vicino in classifica e con una Virtus Verona rognosissima, all’ultimo secondo l’uomo più rappresentativo dei patavini cerca, trova e realizza con grande esperienza il rigore che vale tre punti. Il tutto dopo una partita giocata da primo della classe.

ATTACCANTI

Simone D’Anna (Fermana): l’unica doppietta di giornata porta la sua firma. Stende il Cesena: prima insacca con un colpo di testa vincente, poi dimostra di essere il più lesto di tutti su un batti e ribatti. 

Manuel Fischnaller (Sudtirol): tre gol tre giorni prima, una rete e due assist nel turno infrasettimanale. Magic moment per la punta altoatesina che trasforma in gol qualsiasi pallone tocchi. Contro il Fano uno lo fa lui, gli altri due li fa fare. Fisch is back. 

Thomas Alberti (Matelica): trova il primo gol della sua nuova avventura in biancorosso nel momento migliore. La sua rete, infatti, permette ai marchigiani di prendersi tutti e tre i punti in quel di Ravenna. Il sogno playoff continua.

ALLENATORE

Giovanni Cornacchini (Fermana): zero sconfitte nelle ultime quattro partite con otto punti conquistati. Gli ultimi tre contro il quotato Cesena, mostrando di essere sempre più una squadra solida e quadrata. E con la zona playoff molto più vicina di quella playout, i marchigiani iniziano a godere per una salvezza sempre più vicina.