Gubbio, Torrente: "Anche il nostro campionato inizia domani"

20.10.2020 19:00 di Giacomo Principato   Vedi letture
Gubbio, Torrente: "Anche il nostro campionato inizia domani"
TMW/TuttoC.com
© foto di Giuseppe Scialla

Vincenzo Torrente, allenatore del Gubbio, in conferenza stampa parla alla vigilia della trasferta contro la Fermana: "Vogliamo reagire, veniamo da una buona prestazione senza raggiungere il risultato, contro la Fermana mi aspetto una reazione di orgoglio. Otto goal subiti nell'ultimo quarto d'ora? Problemi di attenzione e concentrazione, non fisici. La metà delle reti erano evitabili con un po' di comunicazione e attenzione, oltre che l'evitamento di qualche errore che fanno parte del percorso di crescita di una squadra. In estate dovevamo fare cinque-sei amichevoli, ne abbiamo fatta una sola e adesso stiamo cercando di migliorare le cose".

Venendo poi alla Fermana avversaria di turno: "Sarà una gara difficile, come tutte le altre gare di questo girone. Sarà una partita fisica contro una squadra aggressiva, che gioca in verticale e lotta su ogni pallone. Dobbiamo essere bravi ad adattarci e non commettere ingenuità, soprattutto nel finale dove dobbiamo leggere meglio le situazioni ed essere più smaliziati. Antonioli ha detto che il campionato della Fermana inizierà domani, vale lo stesso anche per noi. Abbiamo incontrato tutte squadre con l'obiettivo di lottare per il titolo, anche per noi sarà una partita importante in chiave salvezza".

Un commento anche su Federico Gerardi, ultimo arrivo in casa umbra: "L'ho incontrato come avversario diverse volte, è un calciatore con le caratteristiche che ci mancavano. Non è ancora al massimo e valuteremo se farlo giocare dall'inizio oppure no. Le squalifiche di Signorini e Pasquato? Sanno anche loro di aver sbagliato, quanto successo nel finale è conseguenza di un goal che doveva essere annullato e nel non aver raccolto nulla dopo una prestazione positiva. Cinaglia? Cerco di sfruttare tutti i ragazzi a disposizione, tra cui lui. Viene da un infortunio che lo ha tenuto fermo quasi un mese, adesso sia lui sia Munoz stanno bene e li tengo in considerazione".

Come uscire da questo momento difficile? L'allenatore dice la sua: "Con le prestazioni alla lunga arrivano i risultati, in questo momento invece veniamo puniti al primo colpo e per segnare dobbiamo creare quattro-cinque occasioni. Dobbiamo lavorare quotidianamente e spero di avere a disposizione e nelle giuste condizioni tutti i ragazzi. Alcuni sono arrivati in ritardo e stanno cercando la miglior condizione, adesso ci sono le squalifiche e la continua assenza di Gomez". Torrente recrimina per qualche episodio arbitrale dubbio: "Non vuole essere un'alibi ma è un dato di fatto che veniamo penalizzati da qualche decisione arbitrale, tra cui la seconda rete del Cesena dove c'è un fallo netto su Formiconi e Cucchietti. Sono episodi che decidono le gare, come il rigore con la Sambenedettese e qualche altro episodio che ci ha sicuramente penalizzato".