Top & Flop di Matelica-Modena

17.10.2020 17:40 di Gianmarco Minossi   Vedi letture
Balestrero, top Matelica
Balestrero, top Matelica

Continua a stupire la Cenerentola Matelica, che batte in rimonta la capolista Modena e, in attesa di sapere l’esito del match tra Feralpisalò e Sudtirol, si porta momentaneamente in testa alla classifica. Per i padroni di casa, l’avvio di gara è la fotocopia delle scorse partite casalinghe: svantaggio e rimonta finale. Dopo appena cinque minuti è infatti il Modena, partito decisamente con più verve, a portarsi in vantaggio, grazie ad un colpo di testa di Scappini che raccoglie un corner di Tulissi e infila Cardinali sul primo palo; vantaggio che dura però poco più di cinque minuti, perché Balestrero, sfruttando un cross dalla bandierina di Pizzutelli, batte con un pregevole stacco aereo un incolpevole Gagno.

La svolta arriva poco dopo, quando, a palla lontana, Pergreffi colpisce Moretti con una presunta gomitata, guadagnando anzitempo la via degli spogliatoi. Le occasioni latitano, ma a pochi minuti dal termine della prima frazione, Volpicelli regala ai biancorossi il vantaggio, grazie ad un tiro deviato dalla difesa ospite. Modena che, nonostante l’inferiorità numerica, prova a reagire, sfiorando il pareggio in due occasioni con Spagnoli, ma i cambi effettuati da Mignani, che nelle ripresa butta nella mischia anche Sodinha, non sortiscono gli effetti sperati, nonostante tre chances di pareggiare create da Monachello. Gli emiliani, che nel finale rischiano di subire in contropiede il terzo gol, chiudono addirittura in nove uomini, causa espulsione di Mignanelli per una brutta entrata su Franchi e devono cedere lo scettro del girone a questa terribile matricola, che sembra non voler smettere di impressionare.

TOP

Balestrero (Matelica): se si dovesse spiegare in estrema sintesi l’avvio sprint di questa neopromossa, basta nominare lui. Centrocampista goleador, con la rete odierna è arrivato al quarto centro su cinque partite. Anche oggi, gara di grinta e di sostanza, sempre propositivo e pronto a ripiegare per aiutare i compagni. La Serie C sembra aver scoperto un nuovo talento. ONNIPRESENTE

Spagnoli (Modena): anche il suo compagno di reparto Scappini avrebbe meritato la palma di top, ma nonostante il gol al primo pallone toccato, 22 minuti sono troppo pochi per poter giudicare. Ecco che allora lo scettro di migliore del Modena va al suo partner d’attacco, che sfiora il pareggio con due colpi di testa e soprattutto con una prodezza balistica degna del miglior Cristiano Ronaldo. Sarebbe stato un gol da cineteca, ma i centimetri non lo hanno aiutato. Per l’impegno profuso, forse se lo sarebbe stato meritato. VOLITIVO

FLOP

Leonetti (Matelica): più spento rispetto ad altre occasioni, oggi non riesce ad incidere come vorrebbe. Poco partecipe alla manovra offensiva, Colavitto lo sostituisce dopo un’ora abbondante di gioco. SPENTO

Pergreffi (Modena): un gesto che fatichiamo a capire. Solo lui potrà spiegare davanti alle telecamere i motivi che lo hanno spinto a compiere quella follia nei confronti di Moretti, che è costata a lui il rosso e alla sua squadra il sorpasso del Matelica, che da qual momento ha preso coraggio e ha portato a casa la vittoria. INGENUO

RIVIVI IL LIVE MATCH - CLICCA QUI!