Top & Flop di Pontedera-Pistoiese

12.09.2021 20:15 di Stefano Scarpetti   vedi letture
Barba Top Pontedera
TMW/TuttoC.com
Barba Top Pontedera
© foto di Image Sport

Si è chiusa la gara disputata questo pomeriggio allo stadio "Ettore Mannucci" fra Pontedera e Pistoiese, derby valido per la 3^ giornata del girone B di serie C: 2-0 il finale a favore della truppa di Ivan Maraia. Ii granata conquistano quindi la loro prima vittoria stagionale, che mancava dallo scorso 2 maggio quando si imposero alla Pergolettese. Abbiamo assistito al classico confronto dai due volti, come spesso accade in questa parte della stagione: ad una prima frazione giocata su ritmi molto alti dove la compagini di David Sassarini si è fatta preferire sul piano del palleggio e della costruzione del gioco, ha fatto riscontro una ripresa a tinte granata dove la Pistoiese ha pagato la condizione fisica ed alcune lacune difensive. In cronaca padroni di casa 3-5-2 annunciato alla vigilia: l'unico assente è l'Ivoriano Bakayoko al suo posto nel consueto 3-5-2 viene scelto Shiba che vince il ballottaggio con Pretato. Nulla cambia in mezzo al campo mentre in attacco spazio alla coppia offensiva composta da Mutton e Magnaghi. Sull'altra sponda tra le file degli arancioni gli assenti sono gli infortunati Mezzoni e Minardi. Il mister David Sassarini recupera Gennari che compone con Ricci e Sottini il terzetto difensivo. Nel 3-5-2 speculare a quello avversario spazio sugli esterni a Moretti e Martina, affiancati da Romano, Castellano e Santoro mentre Vano viene affiancato da Stipejovic preferito a Pinzauti. Gara molto vibrante e avvincente quella fra granata ed arancioni,  Dopo una breve fase di studio: al 17' ci prova Barba dai 20 metri respinge in tuffo Crespi generando il primo angolo dei padroni di casa. La parte centrale della prima frazione è tutta di marca ospite: al 22' Ricci obbliga Sposito alla deviazione in angolo. Poco dopo il clamoroso errore di Espeche dalla difesa favorisce Vano il quale si fa ipnotizzare da Sposito in uscita. Sugli sviluppi del corner Martina spedisce a lato di un soffio. Il finale è di marca granata, al 44' Magnaghi obbliga Crespi alla deviazione e poi è Barba con il destro ad andare vicino al vantaggio. Cambia marcia il Pontedera ad inizio ripresa alzando il baricentro con decisione, al 3' Barba sblocca la contesa al termine di una azione personale, due finte per liberare il destro dal dentro l'area che non lascia scampo a Crespi.al 11' Magnaghi colpisce il palo su cross da sinistra di Milani. La Pistoiese potrebbe pareggiare al 20' quando l'arbitro assegna un penalty per Fallo di Espeche su Vano. l'ex Carpi e Perugia si presenta dal dischetto ma si fa ipnotizzare da Sposito. Sull'altra sponda Magnaghi firma il raddoppio con una rasoiata da fuori che non lascia scampo al portiere avversario, nel finale Magnaghi potrebbe triplicare ma Crespi si oppone salvando il risultato vediamo i migliori e i peggiori del match:

Alex Sposito/Gianluca Barba (Pontedera): meettono lo zampino sui primi tre punti conquistati dai granata, il portiere compie una autentica prodezza praticamente decisiva su Vano lasciando la porta inalterata riscattando l'errore di domenica scorsa. Il centrocampista sblocca la partita con una giocata di grande qualità impreziosendo la sua prestazione. DECISIVI

Salvatore Santoro (Pistoiese): molto manovriero nella prima parte della gara, detta i tempi della manovra riuscendo a tratti di far girare a vuoto i giocatori avversari. Sicuramente il più continuo dei suoi, fornisce il suo apporto anche nella ripresa quando la squadra cala sul piano della condizione fisica. METRONOMO

FLOP 

Nessuno nel Pontedera: La truppa di Ivan Maraia risponde presente soffrendo nei momenti di maggiori difficoltà, costruendo azione offensiva premendo sul piano dell'acceleratore quando se ne presentava la possibilità. IN CRESCITA

Ognjen Stipejovic: preferito a Pinzauti ingaggia duelli con i centrali avversari dei granata, cerca il dialogo con il compagno di reparto Vano non riuscendo mai a rendersi pericoloso facendosi sistematicamente francobollare dai giocatori avversari. IMPALPABILE