Triestina, Gomez: "Viviamo in stato onirico. Punto di domanda per tutti"

25.03.2020 12:45 di Valeria Debbia Twitter:    Vedi letture
Guido Gomez
© foto di Alex Zambroni
Guido Gomez

Un mese fa l'ultima partita e l'ultimo gol di casa Triestina. A segnarlo Guido Gomez, bomber in serie positiva e a quota 4 reti in 5 gare. Poi l'emergenza Coronavirus e lo stop forzato: "È un periodo davvero troppo strano: viviamo come in uno stato onirico, sembra tutto finto e invece purtroppo è tutto vero" racconta l'attaccante dalle colonne de Il Piccolo. "Come affronto le giornate? Nel miglior modo possibile, cercando anche di allenarmi in casa. Io ho anche la fortuna di convivere con la ragazza qui a Trieste e almeno ho qualcuno con cui parlare, inoltre ho anche un cane grazie al quale si possono fare almeno due passi. Ma ci sono compagni di squadra con la famiglia lontana e per loro il momento è ancora più brutto. Come riesco ad allenarmi? I preparatori fisici e i fisioterapisti ci hanno dato degli esercizi e delle schede da rispettare. Li sto facendo tutti i giorni, del resto la voglia di muoversi è tanta, perché tra divano, letto e mangiare, non vedi anche l’ora di sfogarti un po’. Sono esercizi che si fanno volentieri, del resto sono l’unico modo per rimanere un po’ in forma e mantenere il tono muscolare. Cosa mi manca di più? Il campo, il pallone, lo stare con i compagni di squadra. Amo questo sport anche perché è una disciplina di squadra, quindi mi manca affrontare la settimana insieme con l’obiettivo di arrivare alla partita della domenica. Ora invece c’è un grande punto interrogativo per tutti".